Mirė se erdhe...Benvenuto...
ARBITALIA 
Shtėpia e Arbėreshėve tė Italisė
La Casa degli Albanesi d' Italia  
 

DIPINTI E DISEGNI DI NANDO ELMO

Giorgia e Nicola

Anche in questo dipinto, eseguito in occasione della nascita di mio figlio Nicola, mi volgo a guardare in dietro: non a Kokoschka, come qualcuno suggerisce, ma ai pittori di Fayyum, alla loro esemplare libertą; ai pompeiani, che sono i padri, per il loro modo veloce e non leccato di dipingere, dei cosiddetti bizantini prima e degli impressionisti poi. Anche qui Euridice, per la quale si fa la katavasis agli Inferi, si č sottratta “alla presa”, in un soffio… Lo Spirito quando soffia non si volge in dietro…Volgersi indietro, sostare dentro una maniera, č sempre peccato capitale. Chi non vorrebbe ripetere i gesti di Van Gogh? Impossibile, perņ, ripeterli, a meno di non voler fare i falsari o le parodie. Di un solo gesto di Van Gogh non si puņ essere falsari: della sua capacitą d’oblio, del suo ricominciare sempre di nuovo. Guai, perņ, a dimenticare che qualcuno ha gią dipinto cosģ. Il resto č contro lo Spirito…ma insomma: ”Molti sono i chiamati, pochi gli eletti…”

Priru / Torna