Mirė se erdhe...Benvenuto...
ARBITALIA 
Shtėpia e Arbėreshėve tė Italisė
La Casa degli Albanesi d' Italia  

 

Chieuti (FG) Qefti

Storia

bulletSorge quasi ai confini della Puglia, sulle rovine della cittą italica di Cliternia, dal greco Pleuron significherebbe costa (della quale resta ancora oggi una testimonianza nel vicino borgo di "Nuova Cliternia"), a 221 m s.l.m.
bulletLa collinetta, che digrada lievemente verso la costa adriatica, guarda dall'alto il litorale lungo il quale si estendono le spiagge. Qui sorge Marina di Chieuti, una lingua di sabbia sul confine tra la provincia di Foggia e quella di Campobasso, che ormai da molti anni mantiene il riconoscimento della "Bandiera Blu" annoverando le sue tra le acque pił pulite della penisola italiana. Nel corso dei secoli Chieuti fu feudo di grandi famiglie come i Carafa, i Guevara, i Gonzaga, i d'Avalos e i Maresca. In paese molti parlano e comunque capiscono l'arbereshe, forma arcaica dell'albanese."Nelle nostre scuole -spiega il primo cittadino- la doppia lingua č gią una realtą. La quasi totalitą dei nostri impiegati pubblici č bilingue". Il centro storico č caratterizzato da basse case con pittoreschi balconcini ricolmi di fiori, antichi palazzotti e vicoli stretti da cui s'intravedono panoramici scorci sulla costa che dista solo una decina di km. L'economia, oltre che sul turismo prevalentemente estivo, si basa anche sull'agricoltura, favorita dal fertile terreno.

Comunitą Albanesi d'Italia