Mirė se erdhe...Benvenuto...
ARBITALIA 
Shtėpia e Arbėreshėve tė Italisė
La Casa degli Albanesi d' Italia  

 

Falconara Albanese (CS) Fallkunara

Storia

bulletSorge in un ambiente montagnoso a 634 metri s.l.m. e prospiciente al Mar Tirreno. Il nome si collega alla famosa badia calabrese conosciuta come "Fonte Laurato" dell'Ordine Florense. Fu fondato nel 1467 da sette famiglie albanesi giunte da Croia e Scutari, cittą albanesi insediate ed occupate dai turchi. Si tramanda che questi profughi, giunsero sulla costa tirrenica dopo una tempesta di mare che li deviņ dall'approdo originario che doveva essere invece la costa jonica. Oltrepassato lo Stretto di Messina, risalirono la costa calabra fino a fermarsi nei pressi di Torremezzo. Si fermarono in un primo momento a San Pietro (tra San Lucido e Fiumefreddo Bruzio) rimanendovi per 30 anni, poi si trasferirono e fondarono Falconara attorno al territorio che comprendeva il rione Manesato, Kurtina e la prima chiesa dedicata a Sant'Atanasio. Compreso come casale nella baronia di Fiumefreddo, appartenne ai Sanseverino fino al 1528 anno in cui subentrarono gli Alargon de Mendoza Marchesi di Rende e della Valle siciliana, che lo tennero fino al 1806. Nel 1863 assunse l'attuale nome. Tra i personaggi pił illustri ricordiamo Felice Staffa (1801 - 1870), letterato, pariota; Ferdinando Riggio, poeta. Gli abitanti assumono il nome di Falconaresi.

Comunitą Albanesi d'Italia