Mirė se erdhe...Benvenuto...
ARBITALIA 
Shtėpia e Arbėreshėve tė Italisė
La Casa degli Albanesi d' Italia  

 

Greci (AV) Greēi

Monumenti

Interessanti sono da visitare:

bulletPalazzo Caccese (XIX secolo);
bulletPalazzo Lauda (XVIII secolo);
bulletPalazzo Lusi (XVII secolo), in piazza Umberto I, dove č ubicata la sede municipale;
bulletil Palazzo Municipale, sito come innanzi detto in Piazza Umberto I, risale al ’500. Venne ceduto agli inizi di questo secolo dalla famiglia gentilizia dei Lusi al Comune, perché venisse adibito a residenza municipale. Nella sala consiliare esiste un affresco raffigurante l’eroe albanese Skanderbeg a cavallo. Attualmente il palazzo municipale č in avanzata fase di riparazione e ristrutturazione, perché danneggiato anche dal sisma del 1980;
bulletesistono diverse fontane pubbliche, anche con lavatoi ed abbeveratoi;
bulletfregi e portali antichi in pietra ornano molti portoni;
bulletnell’antico centro storico, alla citata localitą Breggo, esistono ancora oggi le halive,o kalive poche superstiti tipiche abitazioni albanesi costruite con pietre a secco unite fra loro con manate di creta e malta; il tetto č costituito da travi in legno, tavole e tegole. Di solito un unico vano serviva di ricetto alle persone ed agli animali (asino o mulo) e bastava un semplice divisorio di legno, se non di panno, a stabilire la diversa destinazione dell’immobile; normalmente sottani, queste costruzioni erano ammassate a scala su di un pendio e l’ingresso dell’abitazione superiore si elevava quasi al livello del tetto dell’abitazione inferiore;
bulletla Chiesa Madre, dedicata al patrono San  Bartolomeo Apostolo, in stile romanico ed a croce latina, č stata costruita alla fine del ’600 e domina il paese. Vi si custodisce la statua della Madonna del Caroseno, in stile greco, cara a tutti i grecesi, giunta a Greci, si dice, con gli albanesi di Skanderbeg. Vi si trova anche un quadro del’ 600, attribuibile al pittore Guido Reni o ad allievi della sua scuola, delle dimensioni di metri 2,50 x 2,00 raffigurante la Madonna con Santi:
bulletle Masserie Tre Fontane site nella localitą omonima, risalgono al ’600/700. Certamente erano adibite a stazione di posta sul "Tratturello Regio Camporeale di Ariano Irpino -Foggia", ramo di quel pił importante e famoso "Tratturo Regio Pescasseroli-Candela" adibito alla grande transumanza; di proprietą privata, sono di norma visitabili previo avviso ai proprietari; č anche possibile acquistare sul posto prodotti caseari ed agroalimentari.

Comunitą Albanesi d'Italia