Mirė se erdhe...Benvenuto...
ARBITALIA 
Shtėpia e Arbėreshėve tė Italisė
La Casa degli Albanesi d' Italia  

 

Mezzojuso (PA)

Tradizioni

Interessante sono da visitare:

bulletla Chiesa Matrice latina dell'Annunziata, risale alla fine del XVI sec. Ampliata e restaurata pił volte, l'attuale facciata e il campanile sono del 1924. A Triplice navata, nel suo interno si trovano statue lignee ed un Crocifisso, anch'esso in legno, del XVIII sec. Interessanti i quadri dell'Addolorata e dell'Annunziata; pregevole la suppellettile sacra;
bulletla Chiesa Matrice greca di San Nicola, risale agli inizi del '500. Restaurata varie volte, l'aspetto attuale č del 11934. Fornita di iconostasi. Vi si trovano icone bizantine del XVI sec., una Theotokos del XIII sec., un Crocifisso d'avorio su croce d'ebano del XVII sec. e una crocetta athonita di legno finemente intagliata. Numerose statue lignee.
bulletLa Chiesa Santa Maria delle Grazie. Agli Albanesi, arrivati a Mezzojuso nel XV sec., fu concessa la Chiesa di Santa Maria che, riparata, fu officiata secondo il rito bizantino-greco. Ampliata fino alle dimensioni attuali, Olivio Sozzi e il figlio Francesco ne affrescarono nel 1752 i medaglioni dei Santi Padri greci. Nel 1901 viene sostituita l'antichissima pergula con l'attuale iconostasi, contenente icone bizantine del XVI sec. Inoltre vi si trovano: una Platytčra di origine cretese o cipriota, una crocetta athonita di bosso finemente scolpita (XV sec.), il mausoleo del nobile Andrea Reres, discendente da Demetrio Reres, parente del grande Skanderbeg.
bulletLa Chiesetta della Madonna dell'Udienza tra il verde della Brigna, del '600.
bulletIl Castello, pił che un palazzo signorile, era fornito di vasti magazzini per i prodotti del feudo. Interessanti gli appartamenti dei nobili per gli affreschi e la pavimentazione in ceramica.
 

Comunitą Albanesi d'Italia