Mirė se erdhe...Benvenuto...
ARBITALIA 
Shtėpia e Arbėreshėve tė Italisė
La Casa degli Albanesi d' Italia  

 

Ururi (CB) Ruri

Storia

bulletAnche a Ururi arrivarono popolazioni albanesi intorno alla seconda metą del XV sec., guidate da giorgio Castriota Skanderberg, al quale Ferdinando II d'Aragona aveva concesso territori nel Molise, quale compenso per l'aiuto ricevuto contro le truppe dei D'Angiņ. Ururi, misero villaggio del 1100 ed ora cittadina simpatica, nota anch'essa come le popolazioni di Portocannone e San Martino in Pensilis per la "Carrese". Fra aprile e maggio infatti sono interamente coinvolte da un rito affascinante: quello della corsa di carri trainati da buoi, seguiti da giovani a cavallo. La contesa, in cui i cittadini e gli appassionati si dividono in due grandi fazioni nutrite da rivalitą folcloristica: i "giovani" ed i "giovanotti", ha in palio l'ambito premio del diritto di portare in processione il Santo protettore o la Madonna protettrice del luogo. Uno spettacolo senza pari di colori, passione e natura, da lasciare stupefatte le migliaia di turisti che ogni anno accorrono in una di queste localitą per assistervi.   La "Carrese" ad Ururi ha luogo il 3 maggio, ma la cittadina é nota pure per la "miscisca": l'antico cibo dei pastori. Gli abitanti si chiamano Ururesi.
bullet

Comunitą Albanesi d'Italia