Mirė se erdhe...Benvenuto...
ARBITALIA 
Shtėpia e Arbėreshėve tė Italisė
La Casa degli Albanesi d' Italia  
 
Per attivare il riconoscimento di Comunitą soggetta a tutela secondo l'art. 3 della Legge N. 482 del 1999
č necessaria
una delibera di richiesta di tutela approvata del Consiglio Comunale, con urgenza.
 
La presente bozza di delibera č stata realizzata dal dott. Pietro Manali di Piana degli Albanesi
 
 

Premesso che:

- a seguito dell'invasione turca nei Balcani, e quindi anche dell'Albania, nei sec. XV e XVI numerosi gruppi di profughi albanesi si spostarono in Occidente, nell'Italia meridionale, dove fondarono o ripopolarono numerose colonie;

- la comunitą di_______________________, una delle comunitą fondate o ripopolate da profughi albanesi del sec. XV, ancora oggi mantiene le caratteristiche culturali e linguistiche di quelle popolazioni;

- il processo di integrazione socioeconomica e culturale di queste comunitą rappresenta ancora oggi, in piena epoca multiculturale e multietnica, un interessante modello su cui recentemente si é a lungo soffermata l'attenzione degli studiosi;

- lo Statuto comunale (art._______) prevede espessamente forme di tutela delle peculiaritą culturali e linguistiche della comunitą;

- é altresģ obbiettivo prioritario dell'azione amministrativa degli organi esecutivi dell'Ente tutelare e sviluppare il patrimonio culturale, storico e linguistico della propria comunitą attraverso tutti gli strumenti disponibili (normativi, tecnici e finanziari) propri nonchč di tutti gli altri Enti ed Istituzioni che sarą pčossibile coinvolgere;

- dopo numerosi tentativi, reiteratisi in questo primo cinquantennio di vita repubblicana in Italia, il Parlamento nazionale ha approvato in via definitiva la legge n. 482 del 15. 12. 1999 "NORME DI TUTELA DELLE MINORANZE LINGUISTICHE STORICHE";

- la cennata legge all'art. 2 prevede la tutela, fra le altre, anche delle popolazioni di albanesi di antico insediamento "in attuazione dell'art. 6 della Costituzione e in armonia con i princģpi generali stabiliti dagli organismi  europei e internazionali, la Repubblica tutela la lingua e la cultura delle popolazioni albanesi, catalane, germaniche, greche, slovene e croate e di quelle parlanti il francese, il franco-provenzale, il friulano, il ladino, l'occitano e il sardo" e all'art.3 stabilisce le modalitą della delimitazione territoriale entro cui la legge trova applicazione "La delimitazione dell'ambito territoriale e subcomunale in cui si applicano le disposizioni di tutela delle minoranze linguistiche storiche previste dalla presente legge č adottata dal consiglio provinciale, sentiti i comuni interessati, su richiesta di almeno il quindici per cento dei cittadini iscritti nelle liste elettorali e residenti nei comuni stessi, ovvero di un terzo dei consiglieri comunali dei medesimi comuni";

- questo Consiglio Comunale intende, pertanto, richiedere al Consiglio Provinciale di__________________ di includere la comunitą di__________________________ all'interno dell'ambito territoriale "in cui si applicano le disposizioni di tutela delle minoranze linguistiche storiche previste dalla presente legge" (art. 3 comma 1) sollecitando con l'occasione l'Ente provinciale a predisporre ulteriori strumenti e risorse per le finalitą di cui alla legge di tutela delle minoranze linguistiche storiche;

- (solo per le comunitą della Calabria) il Consiglio Regionale della Calabria non ha ancora legiferato in materia, nonostante le continue e pressanti sollecitazioni degli Enti locali, delle Istituzioni e delle realtą associative operanti sul territorio regionale, e pertanto č opportuno sollecitare il Consiglio Regionale della Calabria a emettere, in presenza della legge nazionale di tutela, un adeguato, incisivo e organico strumento legislativo di tutela delle tre minoranze storiche (albanesi, grecaniche e occitaniche) presenti sul territorio regionale;

Visti: lo Statuto comunale, l'OAEELL e la legge n. 482 del 15. 12. 1999,

DELIBERA

- di approvare le motivazioni di fatto e di diritto esplicitate in premessa e costituenti parte integrante e sostanziale del dispositivo;

- di richiedere, ai sensi dell'art. 3 della legge n.482 del 15. 12. 1999 ("("La delimitazione dell'ambito territoriale e subcomunale in cui si applicano le disposizioni di tutela delle minoranze linguistiche storiche previste dalla presente legge č adottata dal consiglio provinciale, sentiti i comuni interessati, su richiesta di almeno il quindici per cento dei cittadini iscritti nelle liste elettorali e residenti nei comuni stessi, ovvero di un terzo dei consiglieri comunali dei medesimi comuni") al Consiglio Provinciale di_____________________ di includere la comunitą di___________________ nell'ambito territoriale provinciale "in cui si applicano le disposizioni di tutela delle minoranze linguistiche storiche previste dalla  legge" (L. n. 482/99, art. 3 comma 1);

- di sollecitare l'Ente Regione e l'Ente Provincia a predisporre ulteriori strumenti e risorse per le finalitą di cui alla citata legge di tutela delle minoranze linguistiche storiche.

Priru / Torna