ARBITALIA 
Shtėpia e Arbėreshėvet tė Italisė
La Casa degli Albanesi d' Italia  
 
Roma, 18 maggio, ore 18
Sala Conferenze Anci, via dei prefetti 46
DIRAMAZIONI, TRA LUOGHI, MUSICHE E SAPORI

 Giovanna Marini  e Luigi Lombardi Satriani 
presentano il volume con due CD allegati
 
Musica arbėreshe in Calabria.
Le registrazioni di Diego Carpitella e Ernesto de Martino (1954)
a cura di Antonello Ricci e Roberta Tucci

Dal 15 al 23 aprile del 1954 Diego Carpitella ed Ernesto de Martino condussero una campagna di rilevamenti sonori presso alcune comunitą albanesi della Calabria e della Basilicata, confluiti nella Raccolta 22 del Centro Nazionale Studi di Musica Popolare, oggi Archivi di Etnomusicologia dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia. In Calabria la ricerca interessņ i comuni di Pallagorio, Carfizzi, San Nicola dell’Alto, San Demetrio Corone, Macchia Albanese, Frascineto, Lungro e Castroregio documentando, attraverso interpreti con una piena padronanza dei materiali musicali e una cifra stilistica di particolare pregio, repertori connessi al ciclo della vita e alla ritualitą dell’anno in cui si ritrovano motivi epici originari dell’Albania: fra gli altri, un nucleo di canti di nozze accompagnati da una danza circolare o a serpentina (vallja), assente nel resto dell’Italia continentale, e un pregevole corpus di canti lirici basati su meccanismi di improvvisazione e abbinati a una poetica del tutto originale (vjershet). Una documentazione, in larghissima parte inedita e imprescindibile per la conoscenza del patrimonio musicale arbėresh della Calabria, nei due CD allegati al volume, con introduzione critica, i testi poetici con traduzione, due scritti di Carpitella e de Martino e un significativo corredo fotografico.
 
a seguire
Saggio musicale per voce e organetto di Anna Stratigņ  
e degustazione di prodotti tipici
 

 

priru / torna