Mirë se erdhe...Benvenuto...
ARBITALIA 
Shtëpia e Arbëreshëve të Italisë
La Casa degli Albanesi d' Italia  
 

A CERZETO POLITICI ALLA RIBALTA

Sul posto della frana, si sono recati anche l’assessore al Bilancio della Provincia di Cosenza Rachele Grosso Ciponte e il consigliere Regionale Mario Pirillo, che hanno constatato la gravità della situazione e in merito alla drammaticità degli aventi hanno rilasciato le seguenti dichiarazioni che si sommano a quelle delle altre autorità che durante il giorno hanno preso parte ad attività logistiche a supporto di ciò che si è verificato e degli sfollati in special modo : “Il grave evento franoso che ha colpito la popolosa frazione di Cavallerizzo di Cerzeto porta ancora una volta in evidenza che la Calabria è una regione a forte rischio idrogeologico – Pirrillo aggiunge – Le circa  500 persone che sono state costrette a lasciare la propria abitazione a causa dello smottamento e i forti disagi cui saranno costretti a vivere nei prossimi mesi, rendono ancora più drammatica la situazione. Ritengo che gli organismi preposti  a livello regionale, quale la protezione civile e l’assessorato regionale ai Lavori Pubblici debbano intervenire con urgenza. Ho inviato – prosegue Pirillo – al presidente del Consiglio Regionale un telegramma per la convocazione urgente dell’assemblea, nel corso del quale saranno presi i provvedimenti da adottare per far fronte alle prime necessità della popolazione sfollata e dove saranno formulate proposte da sottoporre al governo centrale per il trasferimento dell’abitato e interventi tesi al consolidamento del territorio. La Regione non può rimanere ancora una volta indifferente alle esigenze dei calabresi, in primo luogo perché si tratta di aspetti di caratteri idrogeologico e perché, vista la gravità della situazione altre strutture di Cerzeto potrebbero a breve essere interessate”.

Alle dichiarazioni un po’ sparse dalle autorità politiche si aggiungono anche quelle del candidato presidente alla Regione Calabria Natino Aloi e del capolista di Alternativa Sociale per la Provincia di Cosenza, Roberto Bernaudo, che afferma: “La drammatica situazione, in cui versa in queste ore la città di Cerzeto che è costretta a lasciare le proprie abitazioni per evitare il pericolo imminente di danni irreparabili con conseguenze per la stessa incolumità personale non può lasciare indifferenti. Le responsabilità di chi non ha previsto il determinarsi delle condizioni drammatiche della gente di Cerzeto non vanno sottaciute e ciò al fine di consentire che gli interventi delle autorità competenti siano efficaci ed efficienti”.

Anche l’Assessore regionale all’Agricoltura Giovanni Dima e quello alla Protezione Civile Dionisio Gallo – fanno sapere che - nella mattinata dell’8 marzo 2005, saranno a Cerzeto per valutare i danni e, soprattutto, per rafforzare ed ampliare la portata dei primi interventi già attivati in favore della popolazione colpita dal movimento franoso che ha interessato la località Cavallerizzo. In una nota stampa, l’Assessore Giovanni Dima nel portare la propria solidarietà istituzionale e personale alla cittadinanza tutta ha garantito il massimo impegno della Regione Calabria nel reperire tutte quelle risorse economico – finanziarie necessarie ed indispensabili non solo per far fronte all’emergenza ma anche e sopratutto per sostenere la necessaria fase degli interventi di consolidamento.

<< In questa fase - ha dichiarato Dima – non posso che portare la solidarietà dell’Istituzione regionale alla popolazione colpita ed al tempo stesso garantire il massimo impegno e la massima celerità nel reperire risorse ed avviare interventi che vadano nella direzione di far sentire presente la Regione >>. << Proprio per questo motivo – ha concluso Dima – con l’Assessore alla Protezione Civile Dionisio Gallo, che ho già provveduto a coinvolgere nella problematica, sarò presente sul posto per valutare la portata degli interventi avviati e da avviare >>.

Ermanno Arcuri

priru / torna