Mirë se erdhe...Benvenuto...
ARBITALIA 
Shtëpia e Arbëreshëve të Italisë
La Casa degli Albanesi d' Italia  
 

APPELLO DI CORBELLI E LA SANTA MESSA DI MONS. CRUSCO

Sono tante le storie e i personaggi in questa triste vicenda che ha visto colpito Cerzeto, un piccolo paesino arroccato sulla costiera paolana.

La frana in questo momento non dà segni di proseguire il suo corso a valle.

In questa situazione molto precaria, l’appello del presidente del Movimento Diritti Civili Franco Corbelli, consigliere provinciale che ogni giorno non fa mancare il proprio sostegno anche morale alla popolazione così duramente colpita, tra queste persone ci sono tanti giovani che sono stati alunni dello stesso Corbelli. L’appello riguarda due anziani ottantenni gravemente malati di cuore.

Il leader del Movimento Diritti Civili, ininterrottamente presente a Cerzeto per aiutare la popolazione locale, lancia un appello a favore di due coniugi ottantenni, cardiopatici, operati al cuore di recente, rimasti senza casa dopo la frana che ha travolto il loro paese, la frazione Cavallerizzo: “Tra gli oltre 300 sfollati – afferma Corbelli - ci sono anche loro, marito e moglie, i coniugi Leone, che ieri piangendo hanno chiesto di aiutarli a trovare un’abitazione da prendere in fitto a Cerzeto o a San Giacomo l’altra frazione dello stesso comune.

Tra i tanti drammi che questa tragedia ha provocato ce anche questo che colpisce in modo particolare, due poveri anziani, gravemente malati, due cardiopatici, da poco operati al cuore, hanno bisogno di una sistemazione. Sono tra gli sfollati. Hanno perso la casa e tutto quello che avevano – prosegue Franco Corbelli - Li ho incontrati nella scuola media di Cerzeto, durante il pranzo. Piangendo mi hanno chiesto di aiutarli. Cercano un’abitazione (da prendere in fitto) nel comune di Cerzeto, dove potersi riparare, in attesa degli aiuti, dei primi interventi e della ricostruzione del loro paese. Per le loro gravi condizioni di salute non possono restare nella scuola media, trasformata in dormitorio e mensa. Non vogliono essere trasferiti in un albergo distante diversi chilometri da Cavallerizzo. Stanno cercando un piccolo appartamento nel loro comune di Cerzeto, ma con scarsa fortuna. Mi hanno raccontato il loro dramma. ‘Se restiamo in questa situazione moriremo’, mi hanno detto piangendo. Chiedo agli abitanti di Cerzeto (che stanno dimostrando una grande umanità e solidarietà) di aiutare questi due anziani malati. Ci sono nel comune degli appartamenti vuoti. Perché non metterne uno a disposizione di queste due coniugi che rischiano di morire?”.

Il parroco di Cavallerizzo, don Antonio Fasano, in una nota, ha ringraziato tutti quelli che stanno aiutando la popolazione del suo paesino, cancellato dalla frana, e in particolare il leader del Movimento Diritti Civili, Franco Corbelli, da 6 giorni ininterrottamente presente a Cerzeto accanto agli oltre 300 sfollati. “La tragedia che ha colpito il nostro paesino ha fatto scattare una gara di solidarietà straordinaria tra tutta la gente del comune di Cerzeto e dei paesi limitrofi. Diverse sono anche le associazioni del volontariato che, insieme alla protezione civile, alle forze dell’ordine, ai cittadini, stanno aiutando la nostra popolazione- afferma il sacerdote - Un grazie va, a nome della nostra comunità, a tutti loro e ai mezzi d’informazione, ai tg Rai. Un ringraziamento particolare e  sentito lo rivolgiamo al leader del Movimento Diritti Civili, Franco  Corbelli, un amico della nostra comunità, che da lunedì mattina è sempre presente tutti i giorni, dalla mattina alla sera, a Cerzeto. Anche oggi (sabato) Corbelli è stato a Cerzeto per cercare di aiutare due anziani coniugi malati di cuore. E’ anche grazie a lui, ai suoi appelli, alle sue denunce, ai suoi interventi quotidiani e continui che la tragedia che ha colpito la nostra gente non è stata né sottovalutata, né ignorata. Cavallerizzo vuole ringraziarlo per quello che ha fatto e per quello che siamo certi continuerà a fare per il futuro non solo per il nostro paese ma per le tante persone che come noi vivono situazioni difficili, di disagio, a volte di ingiustizie e di disperazione. Corbelli , che conosco e di cui sono amico da tanto tempo, del resto è da molti anni sempre accanto a chi ha bisogno - conclude il parroco – Domani(oggi per chi legge),  alle 17, nella chiesa di Cerzeto, sarà celebrata una santa messa con la partecipazione del Vescovo di San Marco Argentano, Monsignor Crusco.

Ermanno Arcuri

priru / torna