Mirė se erdhe...Benvenuto...
ARBITALIA 
Shtėpia e Arbėreshėve tė Italisė
La Casa degli Albanesi d' Italia  
 

POTENZA. 12 NOVEMBRE 2005. CONVEGNO SULLE RICCHEZZE DELLE DIFFERENZE CULTURALI IN BASILICATA

Nella giornata di sabato scorso 12 Novembre presso il teatro Stabile del capoluogo si č parlato dell’integrazione culturale in Basilicata. A promuovere questo incontro č stato il Club di Potenza Inner Wheel per la celebrazione del ventennale. Erano presenti autoritą governative, il Prefetto Luciano Mauriello, i Parlamentari Tonio Boccia e Giuseppe Molinari, il Comandante Provinciale dei carabinieri colonnello Pagano, il Sindaco di Potenza Vito Santarsiero e, naturalmente, le cinque Comunitą arbereshe della Basilicata: Ginestra, Barile, Maschito, San Costantino e San Paolo Albanese.

La segretaria del Club di Potenza e tutor del progetto Luciana Russiello, nel suo intervento, ha parlato della ricchezza delle differenze culturali in Basilicata, dicendo: “ l’antica ereditą arbereshe delle Comunitą di Basilicata vive nella singolaritą e nella ricchezza di un patrimonio storico e culturale e si manifesta in queste Comunitą con la forza delle tradizioni e l’ereditą spirituale e religiosa e, pur mantenendo una forte impronta autonomistica, questi paesi sono profondamente integrati nel contesto civile lucano ed italiano”.

La professoressa Patrizia Del Puente, Docente dell’Universitą degli Studi di Basilicata e coordinatrice dello sportello linguistico Arbereshe regionale ha aggiunto: “ la Basilicata č ricca di integrazione culturale, chi vi parla č un modello di integrazione, campana di nascita, catalana di origine e potentina di adozione. In Basilicata esistono diverse tracce linguistiche. Gli albanesi hanno cercato terre di libertą tra il 15° e 18° secolo, l’accoglienza riservata a loro non č stata ostile. La diversitą in Basilicata č arricchimento umano e culturale. Grazie alla legge regionale n° 40, a quella nazionale 482, ed in ultimo, alla creazione di uno sportello linguistico in tutte queste comunitą arbereshe lucane, la lingua arbereshe di Basilicata viene meglio tutelata e salvata. Scuole e famiglie possono fare tanto per la consevazione e valorizzazione di questa lingua”.

Durante il convegno si sono esibiti gli Ho-Bo Arberesh di San Costantino Albanese, un gruppo che ha proposto canti e musiche d’etnģa arbereshe. Durante l’esecuzione di queste musiche e canti editi ed inediti, rielaborati e trascritti, nella loro esecuzione sono stati utilizzati alcuni strumenti popolari come la Surdulina, strumento rtipico delle aree arbereshe del Parco del Pollino.

Il gruppo folkloristico Kroi ( Fontana ) di Barile, diretto dal maestro arbereshe Roberto Lani, trapiantato ed integratosi perfettamente a Barile da oltre 10 anni, ha eseguito alcuni canti e balli della tradizione arbereshe del Vulture.

La serata si č conclusa con l’allestimento degli stand arbereshe al Park Hotel di Potenza dove sono stati esposti alcuni prodotti tipici dei paesi di provenienza.

Lorenzo Zolfo

priru / torna