Mirė se erdhe...Benvenuto...
ARBITALIA 
Shtėpia e Arbėreshėve tė Italisė
La Casa degli Albanesi d' Italia  
 

BARILE. IN VISITA NEI CENTRI DELLA MAGNA GRECIA E DELL’ARBERIA

Un ricercatore storico di Corone (Grecia), Demetrio Arvanitis e la moglie Manto hanno fatto visita, nei giorni scorsi, in una settimana di tempo a disposizione, ai centri della Magna Grecia della Calabria e della Sicilia ed in Basilicata, sono stati a Brindisi di Montagna e Barile. Il ricercatore storico greco č gią stato altre volte in Basilicata. Questa volta č ritornato con la seria intenzione di meglio conoscere gli usi, i costumi, le tradizioni dei paesi di origine greco-arbereshe per meglio stringere rapporti culturali e di amicizia.

Dopo essere stato in Sicilia ed in Calabria Demetrio Arvanitis con la moglie Manto č stato accolto nella sede della Pro-Loco di Barile dal presidente Lorenzo Di Lucchio.

Avvicinato ha raccontato di quanto fatto in questo suo tour settimanale: “sono stato in Sicilia a Taormina e Siracusa ed in Calabria a Bova, Gallicianņ, Condofuri, centri di origine greca, dove la lingua grecanica č ancora viva. Anche i centri di origine arbereshe della Calabria come Frascineto, Civita, Lungro e Acquaformosa hanno fatto parte della nostra visita.

Salendo ci siamo fermati a Brindisi di Montagna, centro lucano di origine greca. Nella Chiesa Madre sono stato colpito dalla presenza di una sedia in legno con su incise delle epigrafi riferite ai Coronei, il popolo che si č insediato in questo centro nel 1500. Su questa sedia č impressa anche un’aquila bicipite che č l’emblema del popolo bizantino”.

A fine giornata Demetrio e la moglie sono stati ospiti del prof. Donato Mazzeo, un esperto consulente della lingua arbereshe, dove ha potuto attingere altre notizie storiche di questa lingua del Paese delle Aquile.

Il presidente Lorenzo Di Lucchio, di questa gradita visita di questi ospiti greci, ha aggiunto: ”sono felice di rivedere l’amico Demetrio e la consorte. Abbiamo fatto un giro per Barile e fatto conoscere ai due amici tanta gente che parla ancora l’arbereshe. Ho cercato, nel migliore dei modi possibile, di soddisfare il desiderio di Demetrio di apprendere le nostre tradizioni ed i nostri costumi culturali. Si č innamorato anche di alcuni prodotti nostri enogastronomici come il vino aglianico, che con molto piacere ho fatto omaggio di alcune bottiglie. Ci proponiamo come associazione di rivederci il prossimo anno, magari in Grecia”.

Lorenzo Zolfo

priru / torna