Mirė se erdhe...Benvenuto...
ARBITALIA 
Shtėpia e Arbėreshėve tė Italisė
La Casa degli Albanesi d' Italia  
 

ROMA. 18 SETTEMBRE 2006. INAUGURAZIONE ANNO SCOLASTICO ALLA PRESENZA DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. TRA I MILLE STUDENTI ANCHE QUELLI DELL’ISTITUTO COMPRENSIVO “GIOVANNI XXIII°”  DI BARILE.

Barile.

Lo scorso 18 settembre, nel cortile d’onore del palazzo del Quirinale, tra i 1000 studenti provenienti da tutte  le regioni d’Italia, alla del Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napoletano e del Ministro della Pubblica Istruzione Fioroni, c’era anche una delegazione dell’Istituto Comprensivo “Giovanni XXIII°” di Barile con la sede staccata di Ripacandida . La scuola di Barile č stata scelta, insieme alle altre scuole italiane, perché si č particolarmente distinta nella realizzazione di significativi progetti sui grandi temi della libertą, della legalitą, della solidarietą, del volontariato, della cittadinanza consapevole e partecipata, temi questi che hanno caratterizzato tutta la cerimonia e lo scenario.

La cerimonia č stata presentata da Fabrizio Frizzi ed č stata trasmessa in diretta da Rai Uno.

La rappresentativa scolastica di Barile con la sede staccata di Ripacandida era composta da 12 alunni ed era accompagnata dal Dirigente Scolastico Antonio Gerardo Pinto, dalla professoressa Giuseppina Chiazzolla e, in rappresentanza del Comune albanofono, dall’assessore Donatello Schirņ.

L’entusiasmo degli studenti č stato enorme perché hanno avuto modo di conoscere, oltre le personalitą della politica italiana, anche quelle del mondo dello spettacolo, dello sport, delle arti, della moda.

Ecco l’elenco dei fortunati alunni partecipanti alla cerimonia di apertura dell’anno scolastico 2006/2007 di Roma:

Monica Talia; Anita Di Lorenzo; Cristina Fusco; Assunta Di Palma; Floriana Barbaro; Irene Armenio; Michele Strozza; Giuseppe Murano; Giuseppe Carnevale; Francesco Zambella; della sez<ione staccata di Ripacandida comprendenti anche alunni di Ginestra: Noemi Musto; Erica Sinisi; Piergiuseppe Zolfo e Francesco Musto.

Lorenzo Zolfo

priru / torna