Mirë se erdhe...Benvenuto...
ARBITALIA 
Shtëpia e Arbëreshëve të Italisë
La Casa degli Albanesi d' Italia  
 

GINESTRA. 4 LUGLIO 2006. IN PIENA ATTIVITA’ IL CENTRO ESTIVO PER BAMBINI E RAGAZZI. A CURA DELLA COOPERATIVA SOCIALE IL “CERCHIO MAGICO”

Ginestra.

E’ in piena attività, nel piccolo centro del Vulture, il centro estivo per bambini e ragazzi del paese. Dallo scorso 27 giugno e fino sabato prossimo 8 luglio, la Cooperativa Sociale “Il Cerchio magico” di Venosa, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale, Servizi Sociali, ha dato il via ad un centro estivo per i bambini ed i ragazzi. Circa 20 i partecipanti al progetto denominato “Mani e piedi colorati” con animazione, giochi, dance e laboratorio creativo e manuale per tutti. Con i cosiddetti Punti Ludici, ogni bambino e ragazzo, ha l’occasione di dedicarsi al gioco e alle attività ricreative proprie della sua età e a partecipare liberamente alla vita culturale ed artistica. Questi punti ludici, realizzati durante il periodo estivo, quando i bambini hanno tanto tempo libero, in un paese dove ci sono pochi stimoli, sono dei veri e propri punti di riferimento in cui ognuno dei protagonisti, possono esercitare il loro bisogno/diritto al gioco in spazi sicuri e in ambiti di socializzazione.

L’ex sede comunale di via Francesco Jura è il teatro di questi incontri ludici. Le attività che svolgono i 20, tra bambini e ragazzi, dalle ore 9 alle 13, riguardano: giochi tradizionali e di conoscenza, dance,  laboratori di manualità espressiva con argilla, cartapesta e materiale riciclato, laboratorio grafico-pittorico.

Il laboratorio di attività motoria è quello più seguito: sono attività che hanno lo scopo di sviluppare nei bambini l’espressività corporea, sollecitando, da una parte, lo sviluppo del coordinamento motorio e, dall’altra parte, di stimolare la cooperazione e lo spirito di gruppo nel rispetto delle regole e della sana competitività.

Due sono le operatrici che animano il centro estivo di Ginestra, Maria Montanarella di Ginestra e Gianna Papagni di Montemilone.

Nella giornata di martedì 4 luglio, durante la pausa merenda di metà giornata, avvicinate le due animatrici, hanno detto: “il numero dei partecipanti al progetto è considerevole, visto che Ginestra ha una popolazione scolastica di poco più di 50 bambini. La partecipazione è attiva, c’è tanta voglia di giocare e di socializzare. L’esuberanza è alta, i dispetti tra maschietti e femminucce non mancano. Hanno sempre intenzione di mettersi alla prova”.

Elisa Menshykova, una ucraina di 11 anni trapiantata a Ginestra da 5 anni e ben inserita nel sociale, sempre presente alle attività proposte, in un italiano che ha imparato subito, ha detto: “sto imparando cose nuove, come i lavori di laboratori con l’argilla, i giochi con l’acqua e con lo sparviero che non conoscevo affatto. Mi sento sempre impegnata, nonostante la scuola sia chiusa da tempo”.

Vito Grimolizzi, un maschietto vivace di 12 anni, ha aggiunto: “riesco a divertirmi stando insieme con gli altri. Queste attività ci servono a crescere, imparando e rispettando delle regole”.

Lorenzo Zolfo

priru / torna