Mirë se erdhe...Benvenuto...
ARBITALIA 
Shtëpia e Arbëreshëve të Italisë
La Casa degli Albanesi d' Italia  
 

GINESTRA. RAFFORZATA LA PROPRIA IDENTITA’ ALLA IV^ MOSTRA DEI COMUNI

Nei giorni scorsi, il 5 6 e 7 maggio, si è svolta a Potenza la IV^ Mostra dei Comuni della Basilicata, una vetrina importante per promuovere e riscoprire i borghi più suggestivi della Regione. Una moderna tendostruttura allestita in via Anzio, a due passi dalla sede della Regione Basilicata, ha fatto da cornice alla nutrita rappresentanza di Enti, Associazioni, Operatori turistici e culturali.

Tra gli Enti presenti, c’era lo stand del Comune di Ginestra, paese di origine arbereshe del Vulture che, insieme a San Paolo Albanese, ha messo in mostra il proprio patrimonio artistico, culturale, enogastronomico ed antropologico.

Ginestra era l’unico Comune del Vulture-Melfese presente a questa iniziativa di promozione e valorizzazione del proprio territorio.

Per 3 giorni gli operatori dello sportello linguistico comunale, Antonietta Perrotta e Tonio Di Pace, la presidente della Pro-Loco “Zhurian” Fiorella Pompa hanno messo in mostra materiale della propria identità e diversità culturale, enogastronomico, paesaggistico, frutto delle vocazioni produttive e tipiche del paese e che custodiscono straordinarie ricchezze.

Ad integrare lo stand arbereshe c’era anche il “Portone del Piemontese” di Gaeta Donato, un restauratore di mobili di antica fattura piemontese e francese e che, dopo aver vissuto per 40 anni a Torino, ha deciso di ritornare a Ginestra per realizzare un museo di mobili del 1700 e 1800, visitabile per tutto l’anno. Il Portone del piemontese costituisce, sicuramente, una risorsa umana di Ginestra da valorizzare. Tra il materiale  esposto, ed andato a ruba, c’era la guida storico-turistica di Ginestra ed il ricettario dei piatti tipici arbereshe, una raccolta di piatti facenti parte della gastronomia arbereshe ed in particolare di quella autoctona e che si possono gustare nella sagra dell’8 agosto. In bella evidenza è stata mostrata, per la prima volta fuori Ginestra, il costume tipico femminile arbereshe, realizzato, dopo anni di ricerca, dalla Pro-Loco “Zhurian”, destando di meraviglia i numerosi visitatori della mostra.

Avvicinata Antonietta Perrotta, operatrice dello sportello linguistico di Ginestra, da poco istituito, ha detto: “questa mostra è una grande occasione per aprire orizzonti più ampi per i paesi partecipanti. Oggi è esposta la Basilicata con i suoi colori, i suoi sapori. I Comuni sono tracce della memoria, danno spirito alle cose e li consacrano. Con rammarico ho notato l’assenza di tutti gli altri centri del Vulture-Melfese, una latitanza inspiegabile, considerate la notevoli potenzialità artistiche, monumentali, paesaggistiche ed antropologiche che detengono”.

Ginestra non si è lasciata sfuggire questa occasione per far sapere a tutta la Basilicata ciò che ha di bello e realizza .

Lorenzo Zolfo

priru / torna