Mirë se erdhe...Benvenuto...
ARBITALIA 
Shtëpia e Arbëreshëve të Italisë
La Casa degli Albanesi d' Italia  
 

GINESTRA. 31-10-06

IL PADRE DI RAFFAELE CIRIELLO, RINGRAZIA  RAPOLLA E GINESTRA PER L’IMPEGNO A FAVORE DEL FIGLIO

In questi giorni è giunto a Ginestra, proveniente da Milano, dove risiede, Giuseppe Ciriello, il papà di Raffaele, il fotoreporter di guerra-chirurgo plastico, ucciso in Palestina il 13 marzo  del 2002 da un carro armato israeliano, mentre riprendeva, come inviato di guerra, le vicende belliche tra palestinesi ed israeliani.

Invitato dal Sindaco di Rapolla, Nicola Acucella, domenica scorsa, 29 ottobre, alla presenza del Vescovo della Diocesi, Mons. Gianfranco Todisco, è stato riaperto al culto, dopo anni di restauro, la chiesa di Santa Maria della Provvidenza con una Santa Messa che ha ricordato il fotoreporter Ciriello ucciso quale testimone di pace e di verità. A seguire, sempre a cura dell’Amministrazione Comunale, a Raffaele Ciriello è stato intitolato la struttura pubblica della sede del Volontariato e del centro per Anziani di Rapolla, situata in pieno centro, alla via Aldo Moro, a fianco del Municipio e della caserma dei carabinieri.

Ad accogliere, nella sede del Volontariato, Giuseppe Ciriello, il fratello Alfredo ed i parenti di Ginestra col Sindaco Fabrizio Caputo, oltre alle autorità civili e militari del posto, c’era la presidente della protezione Civile, Marisa Dettore ed il presidente del centro Anziani Pasquale Campagna. La Protezione Civile, composto da 60 iscritti, si suddivide in un gruppo di volontariato del 1° soccorso ed in un gruppo scout. Il centro Anziani ha 225 iscritti, ed è pienamente inserito nella vita sociale del paese, organizza feste, ed, ultimamente, attiverà un servizio di internet social point, a dimostrazione che l’impegno e l’interesse per qualcosa di utile non ha…età. Il Sindaco Acucella, rivolgendosi al padre di Raffaele Ciriello, profondamente commosso, ha detto: “ mi auguro che questa giornata sia stato di vostro gradimento. I grandi ideali di pace, di amore verso i popoli oppressi ed i bambini colpiti da mine che Raffaele Ciriello aveva, oltre ad essere motivo di orgoglio per tutti noi lucani, sono e saranno sempre monito ed insegnamento per tutti”.

Giuseppe Ciriello, nonostante le condizioni di salute non ottimali, ha ringraziato: “ho ritenuto necessario presenziare a questa cerimonia in ricordo di mio figlio Raffaele. Ci tenevo venire a Ginestra, oltre a partecipare alla giornata di Rapolla, per andare a trovare nella cappella di famiglia, in occasione della commemorazione dei defunti, i miei genitori, mia sorella e mio fratello. La funzione religiosa celebrata da sua Ecc.za Mons. Gianfranco Todisco, alla presenza dei Sindaci Acucella e Caputo è stata commovente e con grande partecipazione della cittadinanza rapollese, così come quando, accompagnati dalle autorità civili e militari del posto, siamo andati nella struttura del volontariato e del centro per anziani, intitolato a mio figlio, dove abbiamo avuto una calda accoglienza dai tanti presenti della protezione civile, della croce rossa, dei boy-scout e dei numerosi anziani, intenti a trascorrere una serata piacevole tra loro. Ringrazio sentitamente il Sindaco Acucella, unitamente al Sindaco di Ginestra Caputo presente, per l’accoglienza che mi hanno riservato e della grandissima sorpresa ricevuta, consistente in una targa con la seguente dicitura: Palazzetto del Volontariato “Raffaele Ciriello”, Fotoreporter. Una vita dedicata alla pace e alla verità. Giuseppe Ciriello ha donato al Sindaco di Rapolla un libretto Parlo con Lello, un’autobiografia del figlio, con dedica: “ nel ringraziare per l’alta sensibilità dimostrata nella vicenda della tragedia di mio figlio dedico a Lei questo libretto per conoscere meglio e di più la figura del mio Lello”.

Il Sindaco di Ginestra, Fabrizio Caputo ha donato alla famiglia Ciriello, un quadro, comprendente i martiri della Palestina, dove è inserito anche il nome di Raffaele Ciriello, ricevuto da Wael Qassis, membro del consiglio comunale di Ramallah (Palestina), in occasione del IV° concorso Fotografico Nazionale “A. Raffaele Ciriello” dello scorso mese di settembre.

Lorenzo Zolfo

priru / torna