ARBITALIA 

Shtėpia e Arbėreshėvet tė Italisė
La Casa degli Albanesi d' Italia  
 
Lajme ka Basilikata Arbėreshe / Notizie dai paesi albanesi della Basilicata
 

POTENZA 17 GENNAIO 2011. IL POPOLO ARBERESHE RICORDA I 543 ANNI DELLA SCOMPARSA DEL PATRIOTA ALBANESE, GIORGIO CASTRIOTA SKANDERBEG. IL CONTRIBUTO ARBERESH ALL'UNITA' D'ITALIA COL MINISTRO PASQUALE SCURA.

Potenza.
Come di consueto ogni anno i centri arbereshe della Basilicata, in questi ultimi anni nella sede del consiglio provinciale di Potenza,,ricordano Giorgio Castriota Skanerbeg, l'eroe albanese che si oppose ai tentativi di conquista dell'Impero turco ottomano per circa 25 anni. Unģ i principati dell'Epiro e d'Albania. Per tali motivi č stimato come  "Atleta della Cristianitą" e considerato l'eroe nazionale dell'Albania e di tutti gli albanesi del mondo. Ad organizzare questo evento arbereshe č l'associazione "BasilicatArbereshe" diretta dal prof. Donato Mazzeo che si č avvalso della collaborazione delle pro loco di Barile,Ginestra e Maschito.
Alla presenza di autoritą provinciali e comunali č stato presdentato il libro del prof. Francesco Perri, ricercatore di storia patria, gią Sindaco di Vaccarizzo Albanese (Cs), uno dei tanti centri di origine arbereshe della Calabria, "Pasquale Scura, un Ministro Italo-Albanese protagonista dell'Unitą d'Italia, la sua vita attraverso i documenti". Attraverso Pasquale Scura, figura emblematica della cultura arberesh, nato a Vaccarizzo Albanese nel 1791 e scomparso nel 1868 a Napoli,  il prof. Perri ha indicato un nuovo solco sul terreno del dibattito in corso per le celebrazioni del 150° anniversario dell'Unitą d'Italia; restutuisce dignitą e responsabilitą politiche agli intellettuali calabresi che hanno assunto incarichi nel governo garibaldino del mezzogiorno. Ma soprattutto ha offerto l'opportunitą di dibattere, grazie all'ausilio del prezioso materiale che ha messo a disposizione,con ricchezza di particolari e di non poche novitą, temi e problematiche che legano, in modo imprescindibile, le vicende risorgimentali e la storia del Sud."Pasquale Scura-ha riferito il prof. Perri- č stato č stato abile ed equilibrato giurista prima di assumere l'incarico di Guardasigilli nel Governo di Giuseppe Garibaldi, dittatore dell'italia Meridionale. Scura, uomo d'illuminato pensiero, ha sostenuto, con vigore, l'idea concreta di promuovere il Plebiscito del 1860.Infatti, fu lo stesso Garibaldi a invitare Pasquale Scura a redigere e siglare l'importante documento". In questo libro č evenziato un parallelismo fra Pasquale Scura e Luigi Giura di Maschito (nato nel 1795 e morto a Napoli nel 1865), che č stato Ispettore del Corpo Ponti e Strade del Regno delle Due Sicilie, noto per la progettazione e la realizzazione del ponte in ferro sospeso sul fiume Garigliano tra il 1822 e 1829. Incarico avuto da Francesco I di Borbone. All'epoca gią esistevano esemplari di ponti del genere in Inghilterra, Francia e Austria.

Quando furono iniziati i lavori il giornale inglese London News espresse perplessitą sulle capacitą progettuali e costruttive dei napoletani e le sue vive preoccupazioni sulla sorte dei poveri sudditi, sicure vittime di questo vano esperimento di sprovveduti dettato solo dalla voglia di primeggiare. In pochi giorni in tutta Europa si levņ un vespaio di critiche ed anche il Consiglio dei Ministri del Re si espresse per la sospensione dei lavori. Il Re non si scompose, fatto sta i lavori proseguirono mentre il ventenne Ferdinando II succedeva al trono.Nel 1832 il Re provņ il ponte con carri pesanti di artiglieria e squadroni di lancieri a cavallo. Il ponte resse. Garibaldi, riconosciuto le sue capacitą, lo volle Ministro dei Lavori Pubblici nel suo Governo. Tra le altre grandi opere realizzate da Luigi Giura, il progetto dell'area orientale di Napoli, nota come La Ferrovia, la supervisione del tratto ferroviario Napoli-Portici, il restauro della chiesa dei Santi Cosma e Damiano. Luigi Giura riposa nel Quadrato degli uomini illustri nel cimitero di Poggioreale a fianco di Croce, Cairoli, Settembrini, De Sanctis,Zingarelli, Mercadante.In segno di riconoscenza per queste grandi opere,  Maschito ha intitolato a Giura una strada. All'incontro di Potenza, č intervenuto anche l'Architetto Atanasio Pizzi, originario di Santa Sofia d'Epiro (Cs), altro centro arbereshe della Calabria. Attualmente svolge l'attivitą di libero professionista e collabora con Enti regionali e nazionali. L'architetto Atanasio, residente a Napoli, ha parlato della evoluzione urbanistica dei  paesi arbereshe del vulture, in particolare della gjitonia (vicinato) e del  mnjniale, il terrazzo, il balcone dove le donne arbereshe stendevano i panni da asciugare e socializzavano con le persone delle abitazioni vicine. La visita guidata ad alcuni  "Centri Storici" albanofoni del Vulture ha concluso questa giornata arbereshe.

Lorenzo Zoilfo

la foto ritrae il logo che riprende il principe Giorgio Skanderbeg, l'eroe albanese, i visitatori a Ginestra ed il ponte sul Garigliano progettato dall'ingegnere Luigi Giura, originario di Maschito, In evidenza anche il Ministro Luigi Giura 

priru / torna