Mirė se erdhe...Benvenuto...
ARBITALIA 
Shtėpia e Arbėreshėve tė Italisė
La Casa degli Albanesi d' Italia  
 

IL NUOVO PAPA BENEDETTO XVI

 

Il martedģ 19 aprile alle ore 17,48 la fumata bianca dal comignolo della Cappella Sistina ha annunciato l'elezione del nuovo Papa.

Alle ore 18,06 le campane della Chiesa di S. Atanasio a Roma  hanno suonato a lungo in gioia, unendosi a quelle della Basilica di S. Pietro in Vaticano e a quelle delle altre Chiese di Roma.

Il Cardinale Protodiacono ha quindi annunciato che era stato eletto Papa il Cardinale Joseph Ratzinger il quale aveva assunto il nome di Benedetto XVI.

Anche gli italo-albanesi di Roma si sono uniti al saluto biblico-liturgico: "Benedetto Colui che viene nel nome del Signore".

I due ultimi Papi che hanno portato il nome di "Benedetto" hanno avuto a che fare con gli italo Albanesi. Benedetto XIV ha emanato per essi (1742) la Costituzione "Etsi Pstoralis", un piccolo codice per la regolamentazione liturgica. Benedetto XV (1914-1922) nel 1918 ha istituito il Pontificio Seminario Greco-Albanese di Grottaferrata e nel 1919 ha creato l'Eparchia di Lungro in Calabria, evento storico per la vita degli Arbėreshė.

Ma la scelta del nome di Benedetto collega il nuovo Papa direttamente a S. Benedetto, patrono dell'Europa, che ha dato un contributo essenziale alla creazione dell'Europa con un volto cristiano.

Nel suo primo saluto al popolo Sua Santitą Benedetto XVI ha detto: “Nella gioia del Signore risorto, fiduciosi nel suo aiuto permanente, andiamo avanti” .

(Besa/Roma).

priru / torna