ARBITALIA 
Shtėpia e Arbėreshėvet tė Italisė
La Casa degli Albanesi d' Italia  
 

BESA - CIRCOLO ITALO-ALBANESE DI ROMA

SCARICA LA RIVISTA BESA

ROSSANO

RITORNO DEL RITO GRECO

Il prof. Valerio Capparelli, gią membro del Circolo “Besa”, ora segretario dell’Associazione degli Arbėreshė di Rossano, ci ha inviato una nota sul ritorno, per iniziativa della suddetta associazione e con l’autorizzaione delle autoritą ecclesiastiche, del rito greco in quella cittą e dintorni, antica sede metropolitana italo-greca:

Da un anno č stato introdotto a Rossano il rito bizantino. Dopo la pausa estiva sono riprese le sacre funzioni, che si svolgono nella chiesa del Sacro Cuore in viale Sant’Angelo, ogni ultima domenica del mese, eccetto dicembre, in cui l’appuntamento č previsto per il giorno 16. Finora la sperimentazione č ben riuscita.

L’iniziativa ha coinvolto numerosi fedeli, che hanno assistito alla celebrazione dell’antico rito. Mancava dalla cittą di San Nilo da oltre 500 anni. Ricordiamo che alla base del progetto, c’č l’accordo siglato tra la diocesi di Rossano-Cariati e l’eparchia di Lungro.

A sottoscrivere il documento i rispettivi vescovi, mons. Santo Marcianņ e mons. Ercole Lupinacci, il parroco della chiesa del Sacro Cuore Domenico Strafaci, don Franco Milito, estensore del documento, i rappresentanti dell’associazione arbėreshe, Giulio Baffa, presidente, e Valerio Capparelli, segretario. L’associazione “Arbėreshė a Rossano” č nata nel 2005 grazie a molte persone provenienti dai paesi albanofoni, circa 700, 300 i gruppi familiari, che risiedono a Rossano.

Anche quest’anno, sarą don Agostino De Natale a celebrare il rito. In diverse occasioni sarą officiato il Trisaghion, Ufficiatura dei defunti. La liturgia, oltre che ad avvicinare i membri della comunitą arbėreshe, costituisce anche un richiamo per i molti fedeli di rito latino e per gli extracomunitari che da tempo vivono a Rossano e che si stanno integrando nella societą, grazie all’impegno in prima persona del parroco del Sacro Cuore, don Mimmo Strafaci.

La liturgia, celabrata per gli arbėreshė di tradizione bizantina che vivono fuori dell’eparchia di Lungro, diventa non solo un’occasione di preghiera comune, ma un momento di forte coesione (Besa/Roma).


CALENDARIO DELLE DIVINE LITURGIE ANNO 2007-2008

 

priru / torna