ARBITALIA 
Shtėpia e Arbėreshėvet tė Italisė
La Casa degli Albanesi d' Italia  

 

Patrocinio

Ministero per i Beni e le Attivitą Culturali

Apprezzamento

Presidenza della Repubblica

 PRESENTATO UFFICIALMENTE A ROMA

 IL NOVECENTO LETTERARIO ITALIANO E LE POETICHE DEL MEDITERRANEO TRA LINGUE MINORITARIE

Il tema del  viaggio, la poesia, le nostalgie, le lingue e il percorso nel mito.

Il Novecento letterario italiano nelle etnie analizzato  tra mito, lingua, metafore e culture del Mediterraneo.

Uno studio di Pierfranco Bruni, presentato ufficialmente a Roma, affronta il tema delle radici, della nostalgia, del sogno, del viaggio grazie a scrittori italiani (ma  vi č la presenza anche di alcuni scrittori stranieri: da Rafael Alberti a Milan Kundera) che vanno da Giovanni Verga a Cesare Pavese, da Carlo Levi ad Alfonso  Gatto, da Grazia Deledda a Giorgio Bassani, da Corrado Alvaro ad Elsa Morante, dalla poetica di Vincenzo Cardarelli sino alla linea degli scrittori cristiani.

Presentata ufficialmente a Roma la  ricerca di Pierfranco Bruni, edita per i tipi del CSR, dedicata al rapporto tra letteratura italiana e matrice mediterranea si vive  un intreccio tra miti, ricordi  linguaggi e letteratura nazionale. Un confronto vitale all'interno della cultura letteraria del Novecento. Ci sono chiavi di lettura che offrono significativi stimoli ed elementi tematici che si prestano ad uno scavo sia esistenziale che poetico di un secolo che ha dato scrittori e poeti che hanno segnato i processi di una letteratura italiana che va da D'Annunzio ad Alfonso Gatto.

"Il Mediterraneo e la letteratura. Un rapporto non solo storico e politico ma soprattutto estetico e letterario. Viviamo il Mediterraneo tra le tracce dei destini che i popoli ci hanno lasciato e ci hanno trasmesso attraverso i valori della tradizione. Nella mediterraneitą le ereditą sono un vissuto che continua a vivere tra il mare e il deserto, tra i destini della Grecia e il destino di Roma in una dimensione anche biblica".

Č su queste sottolineature che Pierfranco Bruni apre il suo saggio: 'Mediterraneo. Percorsi di civiltą nella letteratura del Novecento', edito dal Csr "Francesco Grisi", in una elegante veste editoriale che rimanda immediatamente ai colori e ai luoghi del Mediterraneo.

Il mare come metafora. Il viaggio come orizzonte, la lingua come salvezza di una identitą. Coordinate che  sviluppa lo studio di Pierfranco Bruni attraverso un'analisi delle problematiche letterarie e linguistiche che hanno attraversato il Novecento italiano in un confronto con i temi relativi alla storia e alle identitą geo - letterarie del Mediterraneo in una visione anche religiosa.

Si viaggia tra gli scrittori italiani che si sono confrontati con la civiltą del Mediterraneo, una civiltą legata alle radici, al sentimento della memoria, alla cultura popolare ai valori dell'appartenenza, al concetto di mare e di luoghi.

La ricerca č stata pubblicata in un volume di oltre 400 pagine, nella Collana Saggi CSR. Č  divisa in  VII sezioni: -L'estetica e il tempo. -Civiltą contadina, cittą e nostalgia. -La metafora della preghiera. -Viaggio, mito e simboli nei segni del Mediterraneo. -In cammino tra poeti e poesia: dalle solitudini alle nostalgie. -La terra, il mare e l'isola. -Lungo il fiume della tradizione.

Il progetto ha avuto il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attivitą Culturali e il prezioso Alto Apprezzamento della Presidenza della Repubblica.

"Mediterraneo e letteratura, sottolinea Pierfranco Bruni, č un rapporto che diventa sempre pił problematico e armonico e raccoglie istanze e modelli di tutto il contesto riferito al rapporto tra mare e viaggio. Ci sono elementi di letteratura cristiana che avanzano delle riflessioni. Un tema antico che risulta ancora affascinante e intrigante sia sul piano puramente letterario che su quello culturale pił in generale. La poesia e la narrativa costituiscono un capitolo fondamentale di una questione letteraria che va riletta nell'ottica dei processi creativi. Un itinerario fondamentale č costituito dal tracciato: la lingua, il mare, i luoghi, la letteratura e il radicamento popolare. Sono elementi che caratterizzano il senso delle identitą".

Lo studio si articola attraverso elementi e modelli prettamente letterari che toccano aspetti eterogenei delle culture contemporane.

Importante resta  l'invito a rileggere la poesia del Novecento grazie anche alla canzone d'autore. Un tema sul quale Pierfranco Bruni ha sviluppato una serie di ricerche a cominciare dalle contaminazione di un autore come Fabrizio De André.

Info. 3389108211 -  3494282197

 

Fax 0995925239 -  csrbruni@alice.it 

COPERTINA DEL VOLUME DI PIERFRANCO BRUNI

Mediterraneo.

Percorsi di civiltą nella letteratura del Novecento

csr "francesco grisi"

priru / torna