Mirë se erdhe...Benvenuto...
ARBITALIA 
Shtëpia e Arbëreshëve të Italisë
La Casa degli Albanesi d' Italia  
 
ARBITALIA presenta
NOTIZIE lajme NOTIZIE lajme
LAJME notizie Lajme notizie
da e per IL MONDO ALBANESE

Cerzeto (CS)

COMUNE DI CERZETO

Prov. di Cosenza

 

UFFICIO STAMPA

TEL./FAX 0984523878-523914

”Omaggio a  Rubens Santoro un pittore tra tradizione e modernità”

Nella serata di mercoledì 21 si è svolta a Mongrassano la manifestazione ”Omaggio a  Rubens Santoro un pittore tra tradizione e modernità”.

L’incontro, organizzato dall’associazione “Staffa” di Mongrassano presieduta da Antonio Sansone in collaborazione con l’associazione “Insieme – Bashkë” di Cerzeto presieduta da Raffaele Castiglia ha avuto luogo in piazza Tavolaro nel suggestivo centro storico del borgo di antiche origine italo albanesi.

I due presidenti hanno salutato le autorità ed i numerosi cittadini presenti rinnovando l’impegno a collaborare in futuro per riscoprire e rivalutare il patrimonio culturale del territorio.

L’amministrazione comunale di Mongrassano, rappresentata dall’assessore Anna Garenna, si è detta entusiasta della manifestazione ed ha manifestato la volontà di creare una pinacoteca che raccolga le opere degli artisti locali.

Ospite della serata il prof. Tonino Sicoli, critico d’arte e direttore del centro studi Capizzano di Rende, che nella sua relazione ha tracciato la biografia ed il percorso artistico del famoso pittore nato a Mongrassano nel 1859 e morto a Napoli nel 1942.

Rubens Santoro appartiene ad una famiglia di artisti che da Fuscaldo si trasferirono a Mongrassano sotto la protezione dei signori del luogo, i Sarri.

Ben presto si sposta a Napoli e frequenta l’Accademia di Belle Arti diretto da Domenico Morelli, che diviene il suo punto di riferimento artistico. Esordisce a Napoli alla promotrice “Salvator Rosa” nel 1874 e subisce l’influenza di Mariano Fortuny, che lo fa dirottare verso una pittura fatta dal vero, con paesaggi e scene di vita quotidiana di antichi borghi napoletani e calabresi.

Si sposta a Verona e poi Venezia, e subisce il fascino dei paesaggi lagunari con i caratteristici colori ed il gioco di chiaro scuri. In visita a Parigi conosce il famoso mercante d’arte Goupil, che riesce ad ingraziarsi. Conquista così la scena di Parigi e Londra con numerose committenze.

Questo è il motivo principale per cui Santoro, poco conosciuto in Italia, sia invece molto famoso nel resto d’Europa.

Durante il suo intervento, il prof. Sicoli ha annunciato che sta organizzando con l’Ente Provincia per fine anno una grande mostra su Rubens Santoro ed i pittori calabresi dell’800 – 900. Una buona occasione per programmare un calendario di eventi celebrativi allo scopo di promuovere attività che diano il giusto spazio ad artisti poco conosciuti ma di grande valore storico ed artistico.

priru / torna