Mirė se erdhe...Benvenuto...
ARBITALIA 
Shtėpia e Arbėreshėve tė Italisė
La Casa degli Albanesi d' Italia  
 
ARBITALIA presenta

Gli Arbėreshė del Crotonese

Convegno sulla minoranza linguistica arbėreshe a Pallagorio
Proposte di rivalutazione e ricerca sulla minoranza linguistica albanese
Mercoledģ 4 giugno 2003

Si č svolto mercoledģ 4 giugno presso l'Istituto Comprensivo di Pallagorio (KR) il primo convegno sulla minoranza arbėreshe, organizzato e promosso dalla stessa istituzione scolastica statale. Numerosi gli invitati e relatori, nonchč nutrito il gruppo degli ascoltatori, giunti anche dai limitrofi comuni albanofoni di Carfizzi e San Nicola dell'Alto. I lavori, aperti dalla Dirigente scolastico dott.ssa Edwige Zizza, hanno toccato gli aspetti soprattutto di rivalutazione e valorizzazione del patrimonio linguistico e culturale arbėresh del Crotonese.

Magistrale l'intervento del prof. Francesco Altimari, ordinario di Lingua e letteratura albanese presso l'Universitą della Calabria, il quale considerando in primo luogo la Legge di tutela n. 482 del 1999, ha presentato quelle che possono essere considerate "prospettive di sviluppo culturale" nell'Arbėria calabrese. Il prof. Altimari ha sottolineato l'importanza dei finanziamenti da parte degli Enti locali, nonchč da parte della stessa Regione, nel progettare, costruire, elaborare lavori che promuovano le comunitą arbėreshė delle province calabresi: "Occorre lasciare alla storia, alla memoria, un patrimonio degno della cultura che rappresenta".

Il prof. Carmine Gentile, docente dell'I.T.G. di Crotone, ha presentato una relazione sulla storia delle comunitą albanofone dell'Alto Crotonese, soffermandosi su quelle che furono le tappe fondamentali del radicamento albanese in questo territorio (dall'avanzare ottomano nei Balcani nel XV sec., alla presa turca di Corone, alla morte di Giorgio Castriota, detto con nome turco Skanderbeg, eroe nazionale e per gli albanesi d'Italia e per gli albanesi d'Albania). Ha proseguito l'insegnante della scuola elementare di Pallagorio, Rosetta Panzarella, che ha presentato agli astanti i risultati del progetto d'insegnamento dell’arbėresh ai bambini della

primaria (creazione di un mini - dizionario con illustrazioni), indicando anche quali le linee seguite nel percorso didattico.

Il Sindaco di Pallagorio, Dirigente Tecnico del M.I.U.R. Antonio Blandino, ha messo in rilievo due aspetti fondamentali della sua azione politica: il promuovere, soprattutto in sede regionale, progetti che tutelino la minoranza italo - albanese, e la valenza dell'insegnamento dell'albanese nelle scuole del territorio, auspicando una preparazione linguistica adeguata anche da parte degli stessi insegnanti.

Pellumb Xhufi, Ambasciatore d'Albania in Italia, insieme a Salvatore Bugliaro, funzionario del Centro Servizi Amministrativi di Crotone, e Carmine Talarico, Presidente della Provincia di Crotone, hanno manifestato il loro appoggio alle iniziative gią intraprese dall'Amministrazione Comunale di Pallagorio, come l'istituzione di corsi di formazione in lingua arbėreshe, nonchč la predisposizione di altri progetti per la salvaguardia della lingua (dalla redazione bilingue degli atti e delle deliberazioni comunali alla creazione di uno sportello con il pubblico in sola lingua albanese, alla cura della toponomastica stradale bilingue).

Sono intervenuti il giornalista Pasquale De Marco, che ha relazionato sul costume femminile di gala di tradizione albanese (lo stesso De Marco č autore di "Costumi albanesi d'Italia" insieme ad Italo Elmo), e il dott. Antonio Gentile, rappresentante della Lega Artisti e Scrittori Albanesi d'Italia.

Gli alunni dei plessi (Carfizzi, San Nicola dell'Alto e Umbriatico) facenti parte l'Istituto Comprensivo di Pallagorio hanno eseguito, aiutati dagli insegnanti, recite e canti in lingua arbėreshe; alcune alunne hanno sfoggiato anche la preziosa coha, uno degli emblemi pił suggestivi e ricchi del patrimonio albanese di Calabria.

 

VEDI LA SCHEDA SU PALLAGORIO

Pietro L. Aquino

priru / torna