Mirė se erdhe...Benvenuto...
ARBITALIA 
Shtėpia e Arbėreshėve tė Italisė
La Casa degli Albanesi d' Italia  

ARBITALIA news

 

LA CASA EDITRICE MACRI' PUBBLICA IL VOLUME:

“IL VOLO DELLE AQUILE, STORIA DELL’ALBANIA E DEGLI ALBANESI IN ITALIA” DI OTTAVIO AMILCARE BISIGNANO

 “Il volo delle aquile, storia dell’Albania e degli albanesi in Italia”, edito dalla casa editrice Macrģ di San Demetrio Corone, č l’ultima fatica storico- letteraria dello scrittore Ottavio Amilcare Bisignano.

Si tratta di un volume di trecentotrentacinque pagine in cui vengono ripercorsi, in maniera appassionata, dal poliedrico studioso cosentino, le vicende storiche della terra delle aquile e della diaspora arbėreshe.

La ricostruzione degli eventi, afferma il prof. Vittorio Basile, che ha curato la prefazione del libro, č costantemente unita a un serio approfondimento teorico, supportato da una vasta bibliografia, che ha consentito all’autore di passare dalla cronaca all’operazione storiografica vera e propria sulla realtą storica, che viene ricostruita attraverso la narrazione puntuale di vicende, costantemente collocate in una pił vasta rappresentazione sociale e politica.

 I sette capitoli dell’opera, oltre al materiale documentario, costituito da memorie, epigrafi, iscrizioni commemorative e illustrazioni, costituiscono il robusto tessuto di una iniziativa che contribuirą a far riflettere non solo sulla storia di un popolo, che č stato capace di proporsi all’attenzione europea e mondiale, ma anche a far conoscere la vera identitą degli arbėreshė, valorizzandone le loro peculiaritą.

L’autore offre un importante contributo per il recupero della memoria storica e per la valorizzazione delle etnie arbėreshe, che hanno saputo tramandare e custodire, gelosamente, il patrimonio spirituale, culturale e politico, espresso attraverso la lingua, il rito greco-bizantino, la letteratura, le tradizioni, i canti popolari, afferma nel suo studio critico preliminare all’opera la prof.ssa Rosetta Costabile.

Le tappe dell’opera sono state magistralmente illustrate in retro-copertina dal giornalista  Pasquale De Marco.

Un lungo e appassionato viaggio, scrive il De Marco, che inizia dall’Etą neolitica, prosegue con gli Illiri, passando attraverso le invasioni di Greci, Romani, Normanni Veneziani, Angioini, Bulgari, Serbi e Turchi, la conquista dell’indipendenza, la monarchia di re Zog, la dominazione italiana durante il fascismo e il regime di Enver Hoxha.

Una storia complessa di un piccolo Paese, strategicamente importante e, spesso, al centro delle vicende politiche europee. Una storia antica, ma di estrema attualitą. Un popolo sfortunato, ma dignitoso, geloso custode della sua identitą.

Un viaggio che prosegue in Italia, dove , in sette regioni, soprattutto dopo la morte di Skanderbeg, si sono dirette diverse migrazioni albanesi per sfuggire al giogo ottomano.

Una storia, questa della diaspora arbėreshe,  prosegue il giornalista, intrisa di orgoglio e caparbietą, che passa attraverso il difficile inserimento dei nuovi territori, la difesa del rito, la fondazione del Collegio Corsini, il contributo al Risorgimento italiano, l’istituzione delle diocesi greco-bizantine di Lungro e di Piana degli albanesi, l’impegno di Girolamo De Rada e degli altri intellettuali per l’inserimento della letteratura italo-albanese nei circuiti europei e per la rinascita politica e culturale della madrepatria. E, infine, la lotta per la difesa della propria identitą culturale, in una societą sempre pił omologante.

La coraggiosa iniziativa editoriale, resa ancora pił preziosa dalle realistiche e suggestive illustrazioni degli artisti Elio Formosa e Petrit Ceno, č stata fortemente voluta dall’ editore Gianni Macrģ, sempre pronto a sostenere, come lo stesso Bisignano ha sottolineato, con ampia e generosa disponibilitą qualsiasi iniziativa culturale rivolta alla ricerca della veritą storica sul popolo albanese.

Gennaro De Cicco

VAI ALLO SPECIALE

priru / torna