Mirė se erdhe...Benvenuto...
ARBITALIA 
Shtėpia e Arbėreshėve tė Italisė
La Casa degli Albanesi d' Italia  
 

III BIENNALE INTERNAZIONALE D’ARTE CONTEMPORANEA “MAGNA GRECIA”

 

Reso noto dall’Amministrazione comunale di San Demetrio Corone il regolamento della terza edizione della Biennale Internazionale d’Arte Contemporanea “Magna Grecia”.

Gli artisti italiani e stranieri che intendono partecipare, con tema libero al concorso, devono far pervenire , entro e non oltre le ore 13,00 del 12 luglio 2005, n. 3 foto a colori di opere, non inferiori a cm. 15x18, il curriculum e la scheda di adesione, specificando quale foto corrisponde all’opera che verrą esposta, in caso di ammissione. Per le sculture e le installazioni, va contattata la Presidenza. Per la sezione poetica, occorre inviare una copia della poesia da declamare nel corso della serata d’inaugurazione. La poesia, edita o inedita, puņ essere scritta in ogni idioma linguistico con traduzione in italiano e non deve superare i trenta versi.

Un Comitato Tecnico-Scientifico, selezionerą le opere visive e le poesie da ammettere alla Biennale. Saranno premiate le opere e le poesie ritenute con giudizio inappellabile e insindacabile le pił significative.  Fanno parte del comitato critici d’arte e personalitą della cultura come Luigi Tallarico (presidente), Pierfranco Bruni, Giorgio Ceraudo, Franco Dionesalvi, Fernando Maglietta e Fernanda Stefanelli, Santo Aquilino, Salvatore Bugliaro, Giuseppe Cacozza, Elvira Gencarelli, Michelangelo La Luna, Gianni Mazzei e Matilde Tortora.

Tutte le opere saranno esposte nelle sale dello storico Collegio di Sant’Adriano dal 24 al 30 Agosto 2005. Considerato il carattere istituzionale e l’elevata valenza cultura della Biennale, non č richiesta nessuna quota di partecipazione.

Quest’anno, all’interno della manifestazione, saranno esposte opere dei Maestri: Borghese, Schifano, Cassinari, Donzelli, Fiume, Azzinari, Kodra, Angeli, Albino, Carnevale, Credidio, Stefanelli e Parigini concesse da collezionisti, gallerie e centri culturali, pinacoteche comunali.

Gennaro De Cicco

priru / torna