Mirë se erdhe...Benvenuto...
ARBITALIA 
Shtëpia e Arbëreshëve të Italisë
La Casa degli Albanesi d' Italia  
 

VINCE ANTONIO SPOSATO

Una differenza di soli trenta voti ha determinato la vittoria elettorale della lista numero due “Progresso e Democrazia”, con candidato a Sindaco Antonio Sposato. Al secondo e al terzo posto sono giunte rispettivamente le liste: “Per Shen Mitrit - Per San Demetrio”, con candidato a Sindaco Giuseppe Liguori e Unione per San Demetrio, con candidato a Sindaco Giuseppe Sangermano.

Questi i risultati finali: Progresso e Democrazia voti 976; Per San Demetrio voti 946; Unione per San Demetrio voti 620. Totale voti validi 2542 su 2589 votanti. Schede bianche 15, schede nulle 31.

Vittoria, quindi, al fotofinish per la coalizione politica formata dai socialisti della Rosa nel Pugno, dai Comunisti Italiani, da Italia dei Valori.  Nella lista era stata favorita anche la candidatura di soggetti suggeriti da gruppi e movimenti sorti spontaneamente nel territorio sandemetrese. 

Proprio questi ultimi sono stati decisivi nel determinare il risultato a favore della lista guidata dal sindaco uscente Sen. Cesare Marini.

A contrapporsi fino all’ultimo voto, la lista con candidato a Sindaco l’insegnante Giuseppe Liguri. Una lista composta da rappresentanti del mondo della politica e dell’imprenditoria che, pur non vincendo le elezioni, è riuscito a piazzarsi al primo posto in tutte tre le sezioni del centro urbano.

Risultato, invece, non soddisfacente per la coalizione di sinistra composta dai Democratici di sinistra e da Rifondazione comunista con candidato a Sindaco Giuseppe Sangermano. Per loro solo un amaro terzo posto.

Il neo sindaco di San Demetrio Corone, quindi, è l’Avvocato Antonio Sposato. Socialista di vecchia data. Assessore alla cultura uscente.  Spetterà a lui portare avanti il programma politico per i prossimi cinque della coalizione.

Il compito più impegnativo sarà quello di portare avanti la politica  a sostegno delle famiglie, contenendo il costo dei servizi comunali ai livelli dell’esecutivo uscente.

Fra gli impegni prioritari della lista “Progresso e Democrazia” il miglioramento dei servizi, l’utilizzazione delle opere pubbliche, il completamento del museo, l’ultimazione dei lavori di recupero del Collegio di Sant’Adriano, la realizzazione di un grande parco, il miglioramento della viabilità del territorio, la politica socio-culturale, l’occupazione, la cooperazione pubblico-privato.

Gennaro De Cicco

priru / torna