Mirë se erdhe...Benvenuto...
ARBITALIA 
Shtëpia e Arbëreshëve të Italisë
La Casa degli Albanesi d' Italia  
 
ARBITALIA presenta
Gli Arbëreshë della Calabria - SAN DEMETRIO CORONE

SPAZIO A CURA DI GENNARO DE CICCO

CONVEGNO SUL TEMA:

“I GIOVANI E IL LAVORO TRA PRECARIETA’ E STABILITA”

Il convegno sul tema : “I giovani e il lavoro tra precarietà e stabilità”, organizzato dalla locale sezione dei Socialisti Democratici Italiani, è stata l’occasione per illustrare l’annosa vicenda dei lavoratori dell’ex fondo sollievo, alla luce delle ultime novità, e per chiarire l’iter parlamentare sulla modifica della legge 442. Sia  per il consigliere regionale Luigi Incarnato che per il Senatore Cesare Marini, la Giunta regionale ha disatteso gli impegni sottoscritti con le organizzazioni sindacali di categoria per il trasferimento degli operai dell’ex fondo sollievo all’Afor e per il superamento della gestione attuale affidata ai singoli comuni. Il mancato rispetto degli accordi ha determinato anche lo slittamento dell’ apertura dei cantieri prevista per il 30 maggio e il non raggiungimento delle 156 giornate lavorative annuali. Lo stato di incertezza  e di precarietà, quindi, delle ottantasei unità lavorative di San Demetrio Corone  continuerà ad esistere, nonostante l’Amministrazione comunale  si sia dichiarata disponibile ad avviare al più presto al lavoro gli operai dell’ex fondo sollievo, garantendo loro almeno il mantenimento delle giornate lavorative dello scorso anno. Sulla legge  che impedisce il turnover dei forestali,  Cesare Marini, ha precisato che il Senato non ha abrogato la 442 ma ha sospeso la sua efficacia per tre anni solo per i contratti a tempo determinato e che le modalità di approvazione da parte  dell’Aula di Palazzo Madama hanno avuto un percorso ben diverso da quello che alcune forze politiche di centro-destra vogliono far credere. L’idea di abrogare i due articoli della 442 non è stata del Sen. Trematerra ma di alcuni deputati, e tra questi l’onorevole Mario Oliverio, che, in occasione della discussione del collegato ambientale sulla Camera, presentarono un emendamento approvato dall’aula di Montecitorio. Durante l’esame del testo della Camera da parte del Senato, il governo modificò atteggiamento e, in Commissione Bilancio, chiese e ottenne di eliminare la decisione assunta dai deputati. Nel dibattito in Aula i Senatori Marini, Iovene, Veraldi, Filippelli e altri presentarono un sub emendamento di sospensione per tre anni dell’efficacia della 442 per i lavoratori a tempo determinato. L’emendamento di cui era prima firmatario il Sen. Cesare Marini fu respinto dalla maggioranza; l’altro, prima firmatario il Sen. Trematerra, fu approvato  con l’apporto di buona parte della sinistra.

Il senatore Cesare Marini, nel suo intervento in Aula, oltre a sostenere le ragioni del suo emendamento ha spiegato  che la potestà legislativa in materia di forestazione non è più del Parlamento, ma della Regione. La Legge Costituzionale di modifica del Titolo V della Costituzione, approvata prima delle ultime elezioni politiche ha trasferito la competenza alla Regione. La Regione anziché essere latitante, dovrebbe esercitare le proprie prerogative , se necessario, sollevare il conflitto di competenza. Tesi questa sostenuta dal Senatore Marini nell’Aula di Palazzo Madama in un intervento di un suo emendamento di abrogazione della 442 nella seduta del 6 febbraio 1997.

GENNARO DE CICCO

priru / torna