Mirė se erdhe...Benvenuto...
ARBITALIA 
Shtėpia e Arbėreshėve tė Italisė
La Casa degli Albanesi d' Italia  
 
ARBITALIA presenta
NOTIZIE lajme NOTIZIE lajme
LAJME notizie Lajme notizie
da e per IL MONDO ALBANESE
 
Gli Arbėreshė della Calabria - SAN DEMETRIO CORONE

SPAZIO A CURA DI GENNARO DE CICCO

PUBBLICATO IL FJALOR (DIZIONARIO) ARBERESH - ITALIANO E ITALIANO -  ARBERESH

 

E’ stato pubblicato dalla casa editrice il Coscile il fjalor, ovvero il dizionario arbėresh-italiano e italiano arbėresh, di Emanuele Giordano.

Nella prefazione dell’opera lo stesso autore afferma che dizionari e vocabolari della lingua albanese d’Albania e di quella degli stessi albanesi di Grecia furono pubblicati gią diversi, sin dal secolo scorso; ma un dizionario, che comprendesse almeno la maggior parte del lessico ancora vivo presso gli Albanesi d’Italia e che agevolasse soprattutto la lettura dei loro scrittori, finora mancava.

La pubblicazione di un tale dizionario sembrava quindi necessaria ed opportuna, non soltanto per gli italo-albanesi, ma ancora pił per i fratelli dell’opposta sponda adriatica, i quali studiano oggi pił che mai le opere degli scrittori arbėreshė d’Italia.

Esso comprende oltre 19.000 vocaboli con frasi, locuzioni, credenze popolari, notizie storiche, usi e costumi e proverbi, attinti dalle opere edite e inedite di molti scrittori albanesi d’Italia e dalla viva voce del popolo.

La pubblicazione del fjalor arbėresh contribuisce, sicuramente, a salvaguardare buona parte del patrimonio lessicale caratteristico degli albanesi d’Italia, che a poco a poco andava dissolvendosi nell’oblio.

E’ evidente che un popolo il quale durante 500 anni di esilio fu ed č nella impossibilitą di leggere e scrivere la propria lingua  materna, per mancanza di scuole albanesi non puņ conservare integro il suo patrimonio linguistico e le sue tradizioni.

E’ quindi un vero miracolo se gli italo-albanesi conservano ancora oggi in almeno 55 dei loro paesi la lingua degli avi.

Dallo studio del materiale lessicale che Emanuele Giordano ha fatto si puņ affermare che esiste anzitutto un fondo di vocaboli comuni con lo shqipo (lingua d’albania), che a questi vocaboli comuni si dovrebbero aggiungere quelli usati pure dagli scrittori arbėreshė, probabilmente mutuati dallo shqipo, attraverso gli scrittori d’Albania del secolo XIX e XX.

Nella classificazione poi non bisogna dimenticare i vocaboli arbėreshė caratteristici di questo o quel paese o vocaboli penetrati dall’Italiano o dai dialetti dell’Italia meridionale.

Nella composizione del dizionario arbėresh, l’autore ha adoperato l’alfabeto ufficiale della lingua albanese, attenendosi, per quanto possibile, alla pronuncia fonetica, mentre le frasi riportate sono generalmente desunte dalle opere degli scrittori arbėreshė o dalla viva voce del popolo.

Quando non č riuscito a rintracciare il corrispondente termine esatto in italiano di un vocabolo albanese, ha cercato di riprodurre una breve definizione.

GENNARO DE CICCO

priru / torna