Mirë se erdhe...Benvenuto...
ARBITALIA 
Shtëpia e Arbëreshëve të Italisë
La Casa degli Albanesi d' Italia  
 
ARBITALIA presenta
Gli Arbëreshë della Calabria - SAN DEMETRIO CORONE

SPAZIO A CURA DI GENNARO DE CICCO

ANTENNA DI TELEFONIA MOBILE:

ANCORA POLEMICHE FRA LE FORZE POLITICHE

 

San Demetrio Corone / Shën Mitri K.- “La vicenda dell’antenna per la telefonia mobile ha suscitato alcune polemiche che meritano una precisazione per le tante inesattezze dette”. Si apre con questa affermazione la risposta del gruppo consigliare di maggioranza: “Democrazia e Progresso” ai rappresentanti dell’opposizione sulla vicenda dell’ installazione di un’antenna di telefonia mobile a contrada Sepe.

Il primo chiarimento riguarda la  concessione edilizia. “ Vi è stato chi ha avuto da dire sul rilascio della concessione edilizia ipotizzando la possibilità di un’eventuale revoca da parte del Sindaco. Il rilascio della concessione edilizia è regolato dalla legge e l’Amministrazione non ha alcuna discrezionalità nel decidere, precisano gli esponenti della lista Progresso e Democrazia. Il Comune deve solo verificare i requisiti di legge e, allorquando ne riscontra l’esistenza, non può rifiutare il rilascio per motivi che non siano quelli indicati dalle norme. L’esame e il rilascio delle concessioni, inoltre, vengono effettuati dai funzionari e il sindaco e la giunta non hanno alcuna competenza.

            I funzionari preposti alla materia di concessione non possono, a loro volta, negare di dare attuazione alle richieste che pervengono. Nel caso specifico dell’antenna gli uffici dopo aver tardato, con evidente forzatura, l’esame della richiesta avanzata dalla TIM e non potendo più oltre soprassedere per non incorrere nel reato di rifiuto di atti d’ufficio, hanno esaminato la documentazione allegata alla domanda e, avendola trovata conforme alla normativa, hanno rilasciato la concessione. Nella documentazione da allegare alla richiesta di concessione edilizia, per quanto riguarda gli impianti industriali o gli impianti di trasporto dell’energia, afferma ancora la maggioranza consiliare, è previsto il pare del PMP (Presidio Multizonale di Prevenzione. Detto parere è stato regolarmente rilasciato e conteneva il nulla-osta tecnico-sanitario per l’installazione dell’antenna”.

L’Amministrazione comunale, comunque, in maniera del tutto precauzionale ha incaricato  il Dipartimento di Fisica dell’Università della Calabria di approfondire gli effetti dell’installazione dell’antenna “anche se gli studi scientifici per quanto riguarda le antenne cellulari sono tranquillizzanti e nonostante siano state eseguite tutte le procedure correttamente”. Inoltre, essendoci nel territorio da diversi anni più antenne e fonti energetiche, ha chiesto al PMP di verificare la potenza di emissione e, quindi, la compatibilità con la legislazione in materia.

Secondo i consiglieri di maggioranza, il gruppo di opposizione ha ritenuto di dover strumentalizzare la costruzione dell’antenna TIM, dimostrando di non conoscere esattamente le leggi che regolano l’attività amministrativa.  E a questo proposito viene loro rivolto l’invito a presentare ricorso agli organi competenti:“Se fosse vero quanto affermato nel volantino distribuito il periodo pasquale, possono adire il TAR per l’annullamento della concessione; se non lo fanno, si legge nel manifesto, vuol dire che hanno sostenuto tesi solamente discutibili”.

GENNARO DE CICCO

priru / torna