Mirë se erdhe...Benvenuto...
ARBITALIA 
Shtëpia e Arbëreshëve të Italisë
La Casa degli Albanesi d' Italia  
 
ARBITALIA lajme
Gli Arbëreshë della Calabria - SAN DEMETRIO CORONE

SPAZIO A CURA DI GENNARO DE CICCO

RINASCITA SANDENTRESE:

NO ALL’ANTENNA TELECOM IN CONTRADA SEPE

Con il volantino distribuito dal gruppo consiliare “Rinascita Sandemetrese” si riaccende la polemica sull’opportunità o meno di installare nel territorio del Comune di San Demetrio un’ antenna Telecom per la telefonia mobile.

“La vicenda della concessione da parte del Comune alla Telecom di installare l’antenna di una stazione radio-mobile cellulare in c/da Sepe del Comune di San Demetrio Corone serve a valutare, secondo i rappresentanti consiliari che hanno manifestatola loro protesta con un volantino distribuito ai cittadini, ancora una volta, e nel caso ce ne fosse bisogno, il comportamento prepotente ed  il sostanziale menefreghismo del Sindaco e nel contempo l’incosistenza dell’accozzaglia di partiti che lo contornano, incapace di farsi valere nella difesa dei valori, quali quelli della difesa dell’ambiente, che in apparenza sembrava, ma solo a parole, patrimonio esclusivo di certa sinistra. Il gruppo consiliare Rinascita Sandemetrese, interprete dello stato d’allarme diffuso della popolazione, ma soprattutto della angosciata preoccupazione dei cittadini abitanti o aventi terreni nella contrada Sepe, ha richiesto la convocazione del Consiglio comunale per consentire una discussione aperta e responsabile nella sede più appropriata sugli effetti nocivi dell’inquinamento da elettro-smog e sulle motivazioni che avevano determinato l’Amministrazione comunale ad accettare l‘installazione di una fonte di inquinamento quando in ogni parte d’Italia c’è un grande fermento di contestazione in materia. Gli stessi esponenti politici precisano che “il Sindaco invece di aderire subito alla richiesta avanzata non ha ritenuto di dover convocare il Consiglio comunale, costringendoli così a ricorrere al Prefetto mentre il suo contorno di partiti di una pseudo-sinistra, ambientalista solo a parole e verde solo di paura, non è riuscito ad imporre lo svolgimento almeno di un dibattito”.  Nel mirino della contestazione per il rappresentanti dell’opposizione non solo il Sindaco, ma anche con  i partiti che formano la colazione. “Costoro, soprattutto preoccupati di non perdere i privilegi acquisiti, dopo aver gettato fumo negli occhi della gente con un’affannata ed inutile raccolta di firme, si sono adagiati ad accettare la sistemazione dell’antenna senza fare alcunché per ostacolare la sciagurata e mal data concessione edilizia, in aperta e palese violazione della legge”. “In ogni parte d’Italia,  si segnalano manifestazioni contro l’installazione di tali fonti di pericolo per la salute dei cittadini”, affermano ancora i consiglieri comunali di minoranza. “A San Demetrio, invece, per Rinascita Sandemetrese,  questa amministrazione non è stata capace rifornire  garanzie alla gente che quell’antenna non e non sarà nociva alla salute dei cittadini della zona e di coloro che frequentano la contrada Sepe”. “Fino a quanto non verranno date quelle garanzie il nostro Gruppo, concludono, si batterà per arrivare alla revoca di quella sciagurata concessione ed alla disattivazione dell’impianto relativo. Il tutto nell’interesse della popolazione e per garantire la salubrità dell’ambiente nel nostro Comune”.

 

GENNARO DE CICCO

priru / torna