Mirë se erdhe...Benvenuto...
ARBITALIA 
Shtëpia e Arbëreshëve të Italisë
La Casa degli Albanesi d' Italia  

ARBITALIA news

 

UNA MEDAGLIA E UN ATTESTATO DI MERITO PER L'AVV. GIUSEPPE BAFFA

In occasione del terzo anniversario della tragica scomparsa dell’avvocato Giuseppe Baffa - patrocinatore dei superstiti e dei parenti delle vittime dell’affondamento della vecchia motovedetta Kater i Rades speronata il Venerdì Santo del  1997dalla corvetta italiana Sibilla sul canale d’Otranto, in cui persero la vita 86 albanesi -  l’Ambasciata d’Albania a Roma ha organizzato, nella sua sede di via Asmara, per sabato 18 di questo mese, un incontro commemorativo.

In tale occasione verrà consegnata alla famiglia dello sfortunato avvocato di San Demetrio Corone, da parte dell’ambasciatore Pellumb Xhufi, una medaglia al valor civile accompagnata da un attestato di merito firmato dal presidente della Repubblica dello Stato Albanese.

Come è noto, il 13 gennaio del 2000, mentre si recava ad un’udienza del processo di Brindisi, l’avvocato Giuseppe Baffa ha perso la vita insieme al suo giovane collaboratore, l’avvocato Francesco Perrotta, in un tragico incidente sulla superstrada Taranto-Grottaglie :  il  fuoristrada Nissan sul quale viaggiavano ha sfondato il guard-rail precipitando in una scarpata.

Diverse congetture sono state fatte sull’incidente. Mentre sul “caso Sibilla”si è parlato di manipolazione delle prove e ipotesi di depistaggio.

Soddisfazione per l’attestato post mortem attribuito all’avvocato Baffa da parte dello Stato Albanese è stata espressa dall’Associazione Skanderbeg di Bologna, di cui è presidente Giuseppe Chimisso, che ha preso molto a cuore questa vicenda.

In  un comunicato, il presidente Chimisso sostiene che “Ora rimane un altro debito da saldare: lo diciamo anche come cittadini italiani e ci rivolgiamo alle istituzioni della nostra Repubblica: ci riferiamo alla richiesta che avevamo avanzato alla vigilia della finanziaria del dicembre 2000, attraverso la quale venivano stanziati 10 miliardi di lire a favore dei superstiti e delle centinaia di familiari delle vittime della tragedia: Avevamo apprezzato lo spirito del provvedimento che costituiva una sostanziale presa in carico delle conseguenze di questa tragedia da parte dello Stato Italiano: avevamo tuttavia fatto presente come tale cifra fosse del tutto incongrua rispetto al numero delle vittime a alla entità dei danni subiti e avevamo chiesto ripetutamente, interessando anche la Presidenza della Camera dei deputati, uno stanziamento supplementare. Purtroppo, almeno fino ad ora, queste iniziative non hanno sortito alcun esito. Siamo tuttavia orgogliosi di aver saputo mettere in rilievo come in Italia sia possibile un incontro tra le due comunità, che faccia leva sui sentimenti più nobili e su uno spirito di fraterna solidarietà”.

Pasquale De Marco

priru / torna