ARBITALIA 
Shtėpia e Arbėreshėvet tė Italisė
La Casa degli Albanesi d' Italia  
 
Lajme ka Shėn Mitri / Notizie da San Demetrio Corone
 

VACCARIZZO ALBANESE -  QUARTA EDIZIONE DEL CONCORSO “VINI ARBĖRESHĖ”

Quarta edizione, organizzata dall’Amministrazione Comunale di Vaccarizzo  Albanese con il patrocinio dell’Assessorato provinciale all’Agricoltura, del concorso “Vini arbėreshė”. Abbastanza alto il numero dei partecipanti in rappresentanza di bel 16 comunitą di origine albanese del Cosentino. Buona la qualitą dei vini che in Arberia, ad eccezione del comprensorio a valle del Pollino, viene prodotto in modeste quantitą da piccoli vignaioli. Non c’č, dunque, un mercato del vino, anche in mancanza di una cantina sociale in grado di associare i tanti produttori, promuovendone lo smercio. Sono, in genere, vini derivanti da antichi vitigni e  prodotti con i metodi artigianati del passato. Un vino fortemente legato al territorio, che potrebbe, all’insegna del “piccolo č bello” diventare un cosiddetto prodotto di nicchia.

Quello che ha spinto i tanti produttori a partecipare al concorso non č stato certamente la molla per lanciare il proprio vino (la produzione individuale non supera, nella maggior parte dei casi, il fabbisogno familiare), ma un radicato orgoglio contadino nel vedersi riconosciuto il lavoro scrupoloso  di tutte le fasi della filiera produttiva.

La giuria, presieduta dal somelier Gennaro Convertini, ha assaporato “alla cieca” i vini, senza conoscere cioč il nome del produttore e la provenienza. Questi i primi premi assegnati: per la sezione dei rossi rosso a  Giuseppe Antonio Tocci di San Martino di Finita, per i bianchi a Mario Azzinnari di Santa Sofia D’Epiro e per i passiti a Giorgio Ferraro di San Giorgio Albanese.

Prima della premiazione, avvenuta in piazza Garibaldi, sono intervenuti il sindaco Aldo Marini e l’assessore provinciale all’Agricoltura Luciano Manfrinato, che si sono soffermati sulle finalitą del Concorso e sulle tematiche inerenti la viticoltura e, in generale, l’agricoltura che in questa zona ha nell’eccellente olio d’oliva il suo punto di forza.

A conclusione della manifestazione, vino per tutti, accompagnato dai caratteristici dolci locali.

Pasquale De Marco

priru / torna