Mirë se erdhe...Benvenuto...
ARBITALIA 
Shtëpia e Arbëreshëve të Italisë
La Casa degli Albanesi d' Italia  
 
ARBITALIA presenta
NOTIZIE lajme NOTIZIE lajme
LAJME notizie Lajme notizie
da e per IL MONDO ALBANESE
 
Gli Arbëreshë della Calabria - SAN DEMETRIO CORONE

SPAZIO A CURA DI PASQUALE DE MARCO

Seminario di studi: Università, Scuola e minoranze

Gizzeria Lido (CZ), 15-16 Febbraio 2002

Sette Università italiane, nei cui ambiti territoriali ricadono comunità alloglotte, hanno dibattuto il ruolo delle istituzioni universitarie e scolastiche nella formazione delle nuove professionalità  richieste dall’applicazione della legge di tutela delle  minoranze linguistiche storiche (la N. 482 del 1999).

Nel  Seminario di studi, svoltosi al Centro congressi dell’Hotel Caposuvero di Gizzeria -  su iniziativa dell’Ateneo della Calabria e del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca –  sono state confrontate le esperienze maturate nelle “piccole patrie” e illustrate  le iniziative da attivare dopo l’approvazione  della legge di tutela  che interessa  11 gruppi linguistici minoritari : albanesi, catalani, germanici, greci, sloveni e croati, francesi, franco-provenzali, friulani, latini, occitani e sardi.

La legge prevede l’insegnamento delle lingue e delle culture “altre” nelle scuole dell’obbligo delle comunità di origine.

Si potrà usare la lingua madre negli uffici pubblici e nei tribunali, nei consigli comunali, provinciali e regionali dove la popolazione rappresenta almeno il 15 % di appartenenti alle lingue minoritarie ed è prevista , a richiesta, la traduzione in italiano. Potranno essere tradotti gli atti pubblici dello Stato, sarà possibile, con una semplice domanda al sindaco, ripristinare i cognomi originali  ed è consentito l’utilizzo della toponomastica bilingue.

Questa legge interessa circa tre milioni di italiani e, in Calabria, 29 Comuni di origine albanese, cinque grecanici ed uno (Guardia Piemontese) occitano.

Due giornate di intenso lavoro articolate in quattro sessioni, precedute dai saluti di Giovannei Latorre, rettore dell’Unical;  dagli interventi del presidente del Consiglio regionale, Luigi Fedele; del preside della Facoltà di Lettere, Franco Crespini; del presidente dell’Amministrazione provinciale di Cosenza, Antonio Acri; del Direttore del Dipartimento di Linguistica, John Trumper; di Rita Anania in rappresentanza dell’Amministrazione provinciale di Crotone e del presidente dell’Amministrazione provinciale di Catanzaro, Michele Traversa.

Ha introdotto i lavori  Francesco Altimari, docente di Lingua e Letteratura Albanese  e pro Rettore  dell’Unical, che, da anni, oltre a svolgere il suo ruolo di ricerca nell’ambito universitario, promuove iniziative culturali sul territorio a favore della minoranza albanese.

La prima sessione del Seminario ha avuto come tema “Il ruolo delle Università per la tutela delle minoranze linguistiche storiche: esperienze e proposte” ed è stata coordinata da Oronzo Limone dell’Università di Lecce e da Leonardo Savoia dell’Università di Firenze.

Seconda sessione: “Quali profili formativi per le nuove professionalità scolastiche, linguistiche e culturali richieste dalla legge 482/1999?2 (coordinamento di Tullio Telmon dell’Università di Torino e Giuseppe Spadafora dell’Unical) : tavola rotonda con i rappresentati degli Atenei di Basilicata, Calabria, Lecce, Molise, Palermo, Sassari, Torino, Trento, Trieste, Udine e Foggia.

Terza sessione: “Prospettive applicative delle legge 482/1999 in ambito scolastico: formazione, aggiornamento professionale, educazione continua : Atenei e scuole a confronto” (coordinamento di Franca Pinto Minerva dell’Università di Foggia e di  Giuseppe Trebisacce dell’Unical).

Quarta sessione: “L’applicazione delle legge 482 nella Pubblica Amministrazione”: Atenei, Regioni e Province a confronto” (coordinamento di Vincenzo Orioles dell’Università di Udine e Silvio Gambino dell’Unical); Atenei, Istituti, Consorzi e Comuni a confronto (coordinamento di Matteo Mandalà dell’Università di Palermo e Mario Caligiuri dell’Unical.

La presenza al Convegno dell’assessore regionale alla Cultura, Saverio Zavettieri, è stato ulteriore motivo di discussione sulla Legge regionale di tutela delle tre minoranze presenti in Calabria, che dovrebbe essere approvata a breve.

Oltre al mondo accademico e scolastico, il Seminario ha ospitato rappresentanti del mondo politico (il senatore Cesare Marini e l’on. Mario Brunetti), amministratori comunali, provinciali e regionali: i tre lati del triangolo – come è stato felicemente sottolineato – Università, Scuola e Territorio – su cui si gioca il futuro e la sopravvivenza di un ricchissimo patrimonio che può e deve rappresentare anche uno strumento di  sviluppo economico e sociale.

Pasquale De Marco

priru / torna