Mirė se erdhe...Benvenuto...
ARBITALIA 
Shtėpia e Arbėreshėve tė Italisė
La Casa degli Albanesi d' Italia  
 

PRIMA FIERA DELLE COMUNITA’ ARBERESHE D’ITALIA

19 E 20 MARZO 2005 IN CALABRIA

Tra le tante Comunitą arbereshe presenti a Frascineto (Cs) lo scorso 19 e 20 marzo per la I^ Fiera dei Comuni Arbereshe d’Italia c’era anche Ginestra, il piccolo centro arbėresh del Vulture che conta appena 750 abitanti. La manifestazione organizzata dall’Amministrazione Comunale di Frascineto, con il prezioso aiuto dello Sportello Linguistico comunale, č stato il frutto di mesi di intenso e duro lavoro, portato avanti al fine di creare un’occasione di incontro e confronto tra le comunitą arbėreshe e  creare una rete di rapporti culturali ed economici tra i Comuni arbėreshė e il territorio che le ospita per proiettarsi in una dimensione non piu’ locale, ma nazionale. E Ginestra era presente con alcuni amministratori, gli assessori Laluce e Zolfo, con la pro-loco “Zhurian”, l’associazione culturale che in questi ultimi anni sta facendo tanto per recuperare e valorizzare alcune tradizioni e costumi della lingua arbėreshe, nelle persone della sua presidente, Fiorella Pompa, il vice presidente Alfredo Gabrione. Rappresentava, inoltre, Ginestra anche Diego Gabrione, un rappresentante dell’associazione degli italiani nel mondo, proveniente dall’Argentina.

Durante la manifestazione č stata espressa solidarietą nei confronti della Comunitą arbereshe di Cavallerizzi di Cerzeto, che ha vissuto momenti di terrore per  un movimento franoso del suo territorio, lasciando senza abitazione oltre 300 abitanti, ed č stato allestito uno stand per una raccolta fondi per questa popolazione.

Lo stand di Ginestra č stato visitato da numerosi cittadini non solo di Frascineto, ma anche dai paesi limitrofi, oltre naturalmente, dai numerosi amministratori locali, provinciali e nazionali, come dal presidente della Provincia di Cosenza, Mario Oliverio, dall’assessore provinciale per le Minoranze Linguistiche, Donatella Laudadio e da alcuni parlamentari e tra questi, Domenico Papaterra.

Sono stati distribuiti una guida storico-turistica di Ginestra, comprendenti la storia, i personaggi illustri ( tra questi A. Raffaele Ciriello, il chirurgo plastico-fotoreporter di guerra ucciso il 13 marzo 2002 da un carro armato israeliano, mentre riprendeva come free-lance la guerra in medio-Oriente) l’abito tipico, gli antichi mestieri, le curiositą e leggende del paese, lo studio etnobotanico ( da alcuni anni un gruppo di ricercatori dell’Universitą di Londra ha svolto uno studio etnobotanico a Ginestra, oggetto dell’esame sono state le piante usate nella tradizione arbereshe, e in particolare, le erbe alimentari, dette “lakra” e quelle medicinali, chiamate “barė”. La ricerca ha evidenziato l’importanza di queste piante ed erbe officinali che, sembrerebbe, poter rappresentare fonti di importanti molecole anti-ossidanti, tali da poter svolgere un ruolo centrale nella prevenzione del cancro, delle malattie cardio-circolatorie e, pił in generale, dei disturbi legati all’invecchiamento), gli itinerari, divisi in percorso storico-religioso e culturale, le feste religiose, le manifestazioni pił importanti dell’anno, la sagra dei prodotti tipici arbėreshė dell’8 agosto, lo sport ( importante quello che si disputa tra i paesi arbėreshė del Vulture), le tradizioni, i proverbi, la cucina.

La manifestazione ha riscosso numerosi consensi positivi, tra le stesse Comunitą arbėreshe che non si conoscevano, e tra il Comune di Ginestra e quello di Piana degli Albanesi della Sicilia sono  state poste le basi per una trattativa di gemellaggio.

Lorenzo Zolfo

priru / torna