Mirë se erdhe...Benvenuto...
ARBITALIA 
Shtëpia e Arbëreshëve të Italisë
La Casa degli Albanesi d' Italia  
 

UN SUCCESSO LA PRIMA FIERA PER LE  COMUNITA’ ARBERESHE D’ITALIA DELLO SCORSO 19 E 20 MARZO 2005

Si è svolta nei giorni scorsi e precisamente lo scorso 19 e 20 marzo a Frascineto ( Cosenza) la I^ Fiera dei Comuni Arbereshe d’Italia. La manifestazione organizzata dall’Amministrazione Comunale di Frascineto, con il prezioso aiuto dello Sportello Linguistico comunale, è stato il frutto di mesi di intenso e duro lavoro, portato avanti al fine di creare un’occasione di incontro e confronto tra le comunità arbereshe. Il progetto, cofinanziato dal Gal Sviluppo Pollino, è mirato a creare una rete di rapporti culturali ed economici tra i Comuni arbereshe e il territorio che le ospita per proiettarsi in una dimensione non piu’ locale, ma nazionale. Erano presenti alla Fiera, ospitati nello spazio attiguo dell’edificio delle scuole medie, in due splendide giornate primaverili, 20 Comunità arbereshe provenienti da 5 Regioni d’Italia: Piana degli Albanesi ( Sicilia), San Benedetto Ullano, San Martino di Finita, San Demetrio Corone, San Basile, Acquaformosa,  Vaccarizzo Albanese, Plataci, Lungo, Firmo, Civita ( CS), Gizzeria e Vena di Maida ( CZ), Carfizzi (KR) per la Calabria, Portocannone e Montecilfone per il Molise, Greci per la Campania, Barile, Ginestra e San Paolo Albanese per la Basilicata.

Durante la manifestazione è stata espressa solidarietà nei confronti della Comunità arbereshe di Cavallerizzi di Cerzeto, che ha vissuto momenti di terrore per  un movimento franoso del suo territorio, lasciando senza abitazione oltre 300 abitanti, ed è stato allestito uno stand per una raccolta fondi per questa popolazione.

All’inaugurazione della Fiera, avvenuto nell’accogliente auditorium della scuola media, oltre al Sindaco, Ing. Domenico Braile ed all’Assessore alla Cultura, Antonio Panajotis Ferrari, erano presenti il Presidente della Provincia di Cosenza, dott. Mario Oliverio, l’Onorevole Domenico Papaterra e l’Assessore provinciale per le Minoranze Linguistiche, Donatella Laudadio. Nel suo saluto, il Sindaco Domenico Braile, ha detto: “ un forte ringraziamento a tutti i Comuni partecipanti a questa Fiera, specie per quelli che hanno sopportato molte ore di viaggio. Con questa manifestazione vogliamo dimostrare la nostra appartenenza arbereshe. Un ringraziamento al Gal del Pollino che ha cofinanziato la fiera. Questa iniziativa, partita da Frascineto, rafforzi sempre di più la nostra cultura e le nostre tradizioni arbereshe. Serva a dare più informazione. Siamo orgogliosi di essere arbereshe, come testimoniato dalla presenza dei 20 Comuni partecipanti. Crediamo che tramandare la nostra cultura serva a far crescere le nostre Comunità. L’Università della Calabria è il supporto scientifico di questa cultura e tanti giovani stanno acquisendo tanta professionalità attraverso gli sportelli linguistici. La Rai calabrese ha ritenuto riprendere questa manifestazione, per la sua validità culturale e storica, dopo tanti anni di assenza. Infine, un pensiero va ai cittadini albanofoni di Cavallerizzi di Cerreto colpiti dal dramma del movimento franoso del suo territorio, non possiamo dimenticarli”.

L’assessore provinciale per le Minoranze Linguistiche, Donatella Laudadio, nel suo intervento, ha aggiunto: “ la Provincia di Cosenza ha 21 Comunità arbereshe, sono una risorsa linguistica e, quindi, culturale. Skanderbeg è stato l’aquila reale che ha volato dalla sua Terra per arrivare fino a noi. La Provincia di Cosenza è vicina a queste Comunità, ha bandito una borsa di studio per i Comuni arbereshe, alla memoria di un proprio cittadino distintosi per il suo impegno culturale ed umano. Spero che l’anno prossimo questa manifestazione venga resa più grande, coinvolgendo tour operator, albergatori. Chiudo con questa frase: L’Arberìa come sogno di libertà, sempre inseguita e mai realizzata”.

A prendere la parola poi è stato il parlamentare Domenico Papaterra: “ avete messo in campo una iniziativa unica, di grande intento ed unità che diventerà importante nel proseguo. In tutti gli stand allestiti sono stati messi in mostra la ricchezza delle risorse di ogni Comunità arbereshe. Questa manifestazione la dedichiamo simbolicamente alla Comunità di Cavallerizzi, sono stato più volte col presidente della Provincia Oliverio, 329 persone rimaste senza una casa che stanno dando una grande compostezza e credibilità nelle Istituzioni. E’ così forte la solidarietà in quel paese fino al punto che sono riusciti ad evitare il peggio. Il Presidente della Provincia di Cosenza, dott. Mario Oliverio, ha concluso gli interventi, dicendo: “ esprimo il mio più vivo apprezzamento per Frascineto che è riuscito a riunire nello stesso giorno Comunità dalle stesse tradizioni e cultura, inaugurando un appuntamento che deve essere un punto di riferimento del loro programma che prevede la valorizzazione della identità delle minoranze linguistiche, considerata una grande risorsa dei paesi arbereshe.  Come Provincia staremo vicini ad ogni manifestazione arbereshe, da quella sui costumi, a quella sui balli e canti. Dal prossimo anno mi auguro che questa manifestazione diventi più vasta e propulsiva per il riconoscimento ufficiale della cultura e tradizione arbereshe per fare in modo che queste realtà siano fiere di esistere”.

Tutti i rappresentanti dei Comuni presenti sono stati invitati a rivolgere un breve saluto ed un ringraziamento in arbereshe, ed è stato consegnato a loro, dal Comune di Frascineto, una targa ricordo dei due giorni. Commovente è stato l’intervento di una rappresentante di Cerzeto.

Nei due giorni grande affluenza di visitatori negli stand, favoriti, anche, dal bel tempo.

Lorenzo Zolfo

priru / torna