ARBITALIA 
Shtėpia e Arbėreshėvet tė Italisė
La Casa degli Albanesi d' Italia  
 
Lajme ka Frasnita / Notizie da Frascineto
 

IL GRUPPO FOLK “ARBERIA” DI FRASCINETO VOLA IN KOSOVO

Il Gruppo Folk Arberia di Frascineto ha partecipato dal 4 al 7 Settembre al meeteng “I Giorni della Cultura” tenutosi a Mitrovica in Kosovo. Gli arbėreshė del Pollino, dopo essere stati accolti ufficialmente dagli organizzatori dell’evento presso l’aeroporto “Prishtina International”, hanno partecipato alla cena di benvenuto presso l’hotel “Uri Gurit – Ponte di Pietra”. Il mattino seguente, l’organizzazione capitanata da Don Pashk Dani della Parrocchia di Santa Croce, ha accompagnato  il gruppo di Frascineto presso il Parco della Memoria dedicato ai martiri della guerra. Nel pomeriggio, un lungo corteo in partenza dalla Chiesa di Santa Croce di Mitrovica, composto dal gruppo Arberia con a seguito il gruppo folk locale, ha attraversato la cittą kosovara con canti e danze della tradizione arbereshe e shqipetare del Kosovo, sostando al centro della “Peace Square” dove i rappresentanti delle due compagini folcloriche hanno liberato nel cielo due bianche colombe in segno di pace e fratellanza. Ad attendere il gruppo folk di Frascineto presso il “Teatri Kombtare” il sindaco di Mitovica, il quale ha voluto dare ufficialmente il benvenuto esprimendo stima e ammirazione per il grande entusiasmo che gli arbereshe riescono a trasmettere a tutto il popolo kosovaro. Dopo i saluti istituzionali  e un’interessante premessa di alto profilo accademico del prof. Anton Berisha dell’Universitą della Calabria, il quale ha introdotto non solo aspetti storici della identitą albanofona in Italia, ma sottolineato la particolare importanza della tradizione orale e del folclore, come primi elementi di mantenimento dell’identitą stessa, il gruppo folk di Frascineto Arberia ha regalato alla folta platea un’indimenticabile spettacolo ricco di emozione, amore per la propria arbereshitą e trasporto per la forte manifestazione di affetto che la gente di Mitrovica ha saputo trasmettere.  Il giorno successivo, prima della richiestissima replica al teatro nazionale, il gruppo č stato ospite del museo archeologico nazionale e a quello della tradizione rurale dove, in quest’ultimo, si č trattenuto con le autoritą locali, condividendo il pranzo tipico della tradizione gastronomica kosovara-albanese.

I segni della guerra sono stati ben visibili durante queste giornate, il sorriso buono della gente ha riscaldato perņ il cuore di tutti, non solo nella condivisione della lingua e dell’identitą comune, ma nella testimonianza della voglia di riscatto di un popolo capace di riprendere in mano la propria vita e destinarla ad un futuro di pace e democrazia.

La replica si č conclusa con lo stesso clamore della sera precedente, tra i flash e gli obbiettivi di tv e giornalisti balcanici, pronti a incorniciare per i loro palinsesti un'altra tessera del meraviglioso mosaico dell’identitą albanese. Per il gruppo Arberia, un altro successo, frutto di un impegno che da tre anni spinge Carlo Pellicano & Co. in un lavoro non solo di recupero, ma di essenziale voglia di stare insieme attraverso la musica e le tradizioni popolari.

Carlo  Pellicano

priru / torna