Mirë se erdhe...Benvenuto...
ARBITALIA 
Shtëpia e Arbëreshëve të Italisë
La Casa degli Albanesi d' Italia  
 

PRESENTAZIONE “TESTIMONIANZA D’AMORE” - ANTOLOGIA DI LIRICHE “BENIAMINO CAPPARELLI”

Si è tenuta lunedì 6 febbraio 2006 a Spezzano Albanese (Cs), in una sala consiliare per l’occasione gremita in ogni ordine di posto, la presentazione dell’Antologia di liriche dedicata alla memoria di Beniamino Capparelli ed intitolata “Testimonianza d’Amore”.

L’opera, curata da Johnny Fusca ed Emanuele Armentano, rappresenta l’epilogo della I Edizione del Concorso Nazionale di Poesia “Beniamino Capparelli” (organizzato nel 2005 dai due curatori attraverso il Portale web FuscaPoesia.it) e raccoglie le migliori 60 poesie (su circa 750) pervenute proprio in occasione del premio indetto.

L’Antologia, edita dall’Associazione Culturale MeEduSA di Spezzano Albanese in collaborazione con la Bcc della Sibaritide di Spezzano e con il Patrocinio dell’Amministrazione comunale, è stata proposta in prima istanza in formato e-book sul Portale di cui sopra, secondo i canoni di stampa della nuova editoria di “quarta generazione”.

Alla serata di presentazione del libro hanno preso parte illustri relatori: dopo i saluti del sindaco di Spezzano Ferdinando Nociti e del direttore della Bcc Vincenzo Mauro, sono intervenuti Pierfranco Bruni, coordinatore del progetto per le minoranze linguistiche per conto del Ministero per i beni e le attività culturali; Giuseppe Trebisacce, ordinario di storia della pedagogia presso l’Unical e presidente dell’Irre Calabria; Concettina Audino, presidente dell’Università della 3^ età di Bovalino; Bruna Filippone, scrittrice e poetessa affermata. I lavori della serata, cui hanno presenziato i curatori dell’opera, sono stati coordinati con rara eleganza e sapienza da Loredana Giannicola, docente dell’Unical.

La manifestazione, come più volte hanno ribadito i curatori, ha avuto la sola pretesa di tenere viva la memoria di Beniamino Capparelli, scomparso a soli 27 anni per infarto.

«La scelta di ricordarlo attraverso la poesia -ha detto Armentano- non è stata casuale: noi crediamo che essa sia la forma suprema per un’introspezione vera e per far emergere un sentimento profondo di commemorazione verso una giovane vita spezzata troppo presto».

Lo stesso concetto, nella commozione generale e nello specifico della famiglia Capparelli presente in sala, è stato più volte ribadito da tutti i relatori. Giannicola ha sottolineato: «Una serata come questa ci ha commossi tutti e ci ha accomunati attorno al ricordo di Beniamino». Così la Filippone: «Beniamino è qui con noi. Quest’occasione testimonia che qui lo vogliamo ricordare nella gioia, con l’aiuto della poesia». Pierfranco Bruni si è soffermato sul testo: «L’Antologia ricorda una giovane vita spezzata e ciò significa che dobbiamo ripensare al tempo dell’esistenza. “La morte ci accompagna dalla mattina alla sera” -ha detto Bruni citando Pavese-, la morte vive accanto a noi, nella realtà di tutti i giorni». Audino ha voluto sottolineare il lavoro dei curatori e l’eccezionalità dell’iniziativa, precisando che i giovani di oggi non sembrano interessati a certi valori che. «La pubblicazione dell’Antologia -ha precisato- rappresenta un punto di riferimento ammirevole».

Trebisacce ha sottolineato: «La mia presenza vuol essere una testimonianza che mira a rimarcare questa lodevole iniziativa. Fusca e Armentano hanno dimostrato di essere due giovani animati da nobili sentimenti. Sono vicino ai genitori di Beniamino -ha detto Trebisacce esprimendo la sua solidarietà alla famiglia Capparelli- e la cerimonia di stasera, così partecipata e sentita, è un’occasione in cui un’intera comunità si è stretta attorno al dolore di una famiglia».

La serata è scorsa tra la lettura delle poesie del testo, anche da parte di alcuni tra gli autori inseriti nell’Antologia presenti in sala, e momenti di musica offerti dal maestro Piro Pano e dai suoi allievi. Hanno recitato le posie dell’Antologia Clelia Rimoli, Emiliana Oriolo e Bruna Filippone. Tra gli autori, sono intervenuti Rosangela Ciliberti, Ernesto De Angelis, Loredana Cerrigone, Vincenzo Rimola, Costantino Bellusci, Italia Gentile, Caterina Bloise, ecc.

In conclusione i curatori, ricevendo i consensi di tutti i presenti per la piena riuscita dell’iniziativa, si sono detti soddisfatti ed hanno annunciato per marzo prossimo la pubblicazione del bando inerente la 2^ Edizione del Concorso Nazionale di Poesia “Beniamino Capparelli”.

FuscaPoesia.it STAFF

priru / torna