ARBITALIA 
Shtëpia e Arbëreshëvet të Italisë
La Casa degli Albanesi d' Italia  
 
Le news di Johnny Fusca
 

SANDRO PENNA E LA POESIA ITALIANA ALL’UNIVERSITÀ DI SCUTARI IN ALBANIA

Prevista per giorno 9 marzo prossimo una giornata di studio dedicata a Sandro Penna e alla Poesia italiana. Suggestiva la location scelta dagli organizzatori, quelli del Comitato Nazionale per le celebrazioni del centenario della nascita di Sandro Penna del MiBac e del Consolato d’Italia a Scutari, che hanno deciso di collocare questo importante avvenimento presso l’Università degli studi “Luigi Gurakuqi” di Scutari, in Albania. L’evento punta a promuovere la poesia italiana da Sandro Penna ai contemporanei, in un percorso interpretativo che pone all’attenzione il Novecento poetico alla luce sia delle tematiche storiche sia dei riferimenti lirici individuati dalla critica letteraria degli ultimi decenni. La manifestazione coinvolgerà docenti e studenti universitari impegnati a leggere i poeti italiani in una proposta sia in lingua italiana che albanese. Così Pierfranco Bruni: «Un tema affascinante che apre un confronto importante su temi letterari e su modelli di tradizione presenti sia in Italia che in Albania». Il rapporto tra testo poetico e interpretazione risulta fondamentale in una visione in cui il linguaggio offre conoscenza e approfondimento di modelli culturali. I lavori della giornata di studio saranno introdotti da Maurizio Longo (Responsabile dei Servizi Culturali del Consolato d’Italia a Scutari) e dal saluto del Console d’Italia Stefano Marguccio. Seguirà la relazione di Pierfranco Bruni (presidente del Comitato Nazionale Celebrazioni Sandro Penna) che si soffermerà su una tematica specifica: “Adriatico e Mediterraneo. La poesia italiana del viaggio e delle metafore: da Sandro Penna ai contemporanei”.

Pierfranco Bruni traccerà un profilo dei segmenti poetici che hanno attraversato il Novecento italiano proprio a partire da Sandro Penna, nato nel 1906 e morto nel 1977, alla luce di un confronto con altri poeti appartenenti alla stessa generazione, le cui linee stilistiche sono riscontrabili sino ai poeti contemporanei, compresi i viventi o quelli della generazione degli anni Cinquanta.

La relazione di Bruni sarà intervallata dalla recita di testi di alcuni poeti contemporanei (in forma teatralizzata) e successivamente si aprirà una discussione con gli studenti su questioni relative alla storia della poesia. Per l’occasione verrà altresì presentato il volume: “La poesia tra le metafore del tempo”. Un tracciato tra poeti del Novecento che hanno maggiormente sottolineato l’importanza del rapporto, appunto, tra il concetto di tempo e il lirismo metaforico. In questo mosaico a Sandro Penna è, chiaramente, dedicato una particolare attenzione.

Johnny Fusca

priru / torna