Mirė se erdhe...Benvenuto...
ARBITALIA 
Shtėpia e Arbėreshėve tė Italisė
La Casa degli Albanesi d' Italia  
 
 

Rilindja

Assonanze d’Arbėria

Sonoritą balcaniche, assonanze orientali che seppur palesano un’eufonia cruda all’orecchio, rivelano  l’originale struttura chiusa delle composizioni, sono i connotati sonori che sorreggono il primordiale tracciato acustico delle antiche arie di lavoro e dei canti tradizionali ancora oggi magnificamente conservati nelle isole alloglotte albanesi di Calabria. A chi vuole aprire la porta delle risonanze vocali  per deliziare l’udito con seducenti suoni orientali e melodie avite che con l’incedere del tempo hanno mantenuto la vitalitą e l’originalitą di sempre, proponiamo di scoprire i suggestivi ed ammalianti suoni arbėreshė, baluardi di una cospicua ereditą musicale straordinariamente viva. 

Nelle comunitą albanesi concentrate maggiormente nella nostra provincia, ma pur disseminate in tutta Italia, ancora oggi, i canti popolari e le composizioni musicali a carattere religioso, oltre ad essere ancestrali esempi di letteratura orale minacciati da sempre di estinzione perché sotto l’incudine schiacciante della globalizzazione, continuano a perpetuare la propria originale freschezza e catturare l’attenzione di nuovi interpreti.

Per conoscere il repertorio musicale arcaico e moderno degli arbėreshė di Calabria, vi segnaliamo un gruppo che in questi ultimi anni sta riscuotendo un importante successo, frutto di una ardente attivitą di recupero di un retaggio musicale straordinariamente espressivo. I Rilindja,  giovani cantori di Lungro oltre a diffondere il formidabile patrimonio culturale tramandato attraverso il rito religioso orientale, le consuetudini culturali e la valorizzazione dei magnifici costumi femminili, dal 1997 sono raffinati esecutori di una ricca ereditą canora che in paese continua a costituire un grande patrimonio collettivo. Formatasi nella cittadina arbėreshe che oltre ad essere sede della pił importante Eparchia bizantino-greca d’Italia, č anche centro di  tradizioni etnomusicologhe di pregio, la compagine ungėrnjote detiene un ampio repertorio nel quale insieme a brani musicalmente contaminati, spiccano tracciati sonori con assonanze antichissime.

Costituitosi per far conoscere il patrimonio artistico popolare d’Arbėria, il gruppo folkloristico Rilindja oggi č pure un’associazione che ha scelto di diffondere in Italia la pregiatissima ereditą culturale conservata nei paesi albanesi di Calabria anche attraverso la divulgazione dell’antico patrimonio canoro. Il loro repertorio attinto perlopił dalla musica popolare lungrese, č ridondante di motivi e canti intimamente legati alla tradizione melurgica bizantina. Accanto a brani pił moderni, che comunque testimoniano l’originario substrato musicale arbėresh, i cantanti della compagnia di Lungro sono raffinati interpreti di kalimere, suggestivi e prolissi canti popolari della Settimana Santa Java e Madhe, di ajre, canti di lavoro caratterizzati da elementari colorazioni vocali e sono esecutori d’eccezione dei rinomati vjershe, arcaiche forme poetiche che incontrano la coinvolgente ritmica degli strumenti popolari pił diffusi in paese: la zampogna surdulina (karramunxat) e l'orga­netto diatonico (arganeta).

Per i Rilindja questi anni di proficua attivitą, hanno coinciso con un costante recupero delle antiche espressioni canore legate alla civiltą contadina arbėreshe, allo scandire quotidiano di un popolo che sostenuto da una solida tradizione religiosa, ha tramandato per oltre cinque secoli la ricchezza culturale di origine.

Nicola Bavasso

priru / torna