Mirė se erdhe...Benvenuto...
ARBITALIA 
Shtėpia e Arbėreshėve tė Italisė
La Casa degli Albanesi d' Italia  
 
ARBITALIA presenta
Gli Arbėreshė della Calabria - LUNGRO

Una giornata contro i rischi del fumo

(articolo pubblicato sul quotidiano la Provincia Cosentina del 17.06.2003)

Lungro/Ungra

Una  giornata  per riflettere sull’incidenza delle malattie respiratorie sulla nostra vita quotidiana e su quanto sia necessario fare per contrastare tutti i fattori di rischio. Con oltre 200 esami praticati che hanno suggellato il successo della manifestazione, si č conclusa nei giorni scorsi, la IX Giornata del Respiro organizzata dalla Divisione di Pneumologia del Presidio ospedaliere di Lungro diretta dal dott. Francesco Tirone. Corso Skanderbeg č stato il teatro naturale per “aprire” ai cittadini la struttura assistenziale pneumologica e contemporaneamente distribuire materiale educativo e divulgativo sui problemi legati alla salute re­spiratoria soprattutto per quanto riguarda le patologie respiratorie croniche di maggiore impatto sociale (asma, BPCO, tumori) che risentono negativamente del fumo di tabacco e dell'inquinamento ambientale. Molti cittadini hanno approfittato dell’iniziativa per effettuare dei colloqui mirati  e l'esecuzione gratuita di spirometria e di altri esami (picco di flusso, saturimetrie). 

I medici dell’unitą operativa hanno illustrato nel gazebo allestito in pieno centro cittadino, le misure preventive, diagnostiche e terapeutiche rivolte al controllo delle malattie broncopolmonari ed alla riduzione dei fattori di rischio e di aggravamento ad esse correlate. 

I danni dovuti al fumo di tabacco che l'OMS considera la pił importante causa di morte e malattie prevenibili nel mondo, sono stati argomento centrale della manifestazione.

“In Italia - ha dichiarato il dott. Francesco Tirone - si stima che quasi 90.000 decessi all'anno sono imputabili al fumo di tabacco: di questi 1/3 per malattie polmonari croniche, 1/3 per cardiopa­tie e 1/3 per tumori di cui la maggior parte all'apparato respiratorio. Il fumo č un aerosol che contiene pił di 4.000 sostanze tra cui la nicotina, che ha effetti stimolanti e provoca di­pendenza, l'ossido di carbonio che inibisce l'apporto di ossigeno nel sangue e negli organi, varie sostanze irritanti responsabili delle bronchiti e sostanze cancerogene.”

Il primario del reparto di Pneumologia, in questa giornata che ha visto una grande partecipazione di cittadini, ha colto l’occasione ancora una volta per dissuadere dal fumo giovani ed anziani.  “Solo non fumando- chiosa Tirone - č possibile ottenere la pił importante forma di prevenzione, definita appunto primaria, per i tumori polmonari. La salute dei giovani di oggi e adulti di domani – in conclusione- č criticamente legata alla qualitą dell'ambiente di vita e ai compor­tamenti che essi da un lato scelgono di adottare e dall'altro sono costretti a subire”.

NICOLA BAVASSO

priru / torna