Mirė se erdhe...Benvenuto...
ARBITALIA 
Shtėpia e Arbėreshėve tė Italisė
La Casa degli Albanesi d' Italia  
 
ARBITALIA presenta
Gli Arbėreshė della Calabria - LUNGRO

GORBACIOV  INAUGURA UN  QUADRO DI  NANDO  ELMO  IN  PIEMONTE

(articolo pubblicato sul quotidiano la Provincia Cosentina del 03.06.2003)

da TORRE CANAVESE (TO)

Una pregevole opera onirica, essenziale, di ispirazione classica ma al contempo originale e carica di motivi, personaggi e sfumature mitologiche, realizzata da un artista calabrese, arricchisce la parete centrale del Municipio di  Torre Canavese, paese della provincia  di Torino famoso per il suo centro storico che custodisce  importanti opere, quadri eseguiti con acrilici, mosaici,  esecuzioni in ceramica, sculture realizzate da artisti italiani e stranieri.

“I dialoghi di Leucņ” ultimo dipinto realizzato dall’artista arbėreshe Nando Elmo, ispirato all’omonima opera di Cesare Pavese, per volere del sindaco della cittadina piemontese Elio Guglielmetti, fa bella mostra di se nella facciata della residenza municipale con i suoi 200 centimetri di larghezza  e 140 di altezza dove troneggia Leucņ, figura centrale dell’opera, a cui fanno da contorno Edipo, dagli occhi cavati e perciņ sanguinanti, quale riferimento del teatro come contemplazione dell’irrazionale  della realtą evemenziale, il capretto simbolo di Dionisio e le altre figure stilizzate di greco retaggio.

Le linee essenziali, le figure stilizzate, le sfumature acquerellate del quadro di Nando Elmo fanno parte di una serie di  opere realizzate da numerosi artisti italiani e stranieri, per la gran parte russi, che hanno aderito all’iniziativa di “affrescare” le pareti del centro storico lanciata dal primo cittadino Elio Guglielmetti.

L'idea di riempire di importanti opere d’arte i luoghi ed i musei della cittadina piemontese č nata da Marco Datrino esperto d’arte e promotore di importanti collettive di icone russe e tesori del Cremlino, che hanno richiamato a Torre Canavese visitatori da tutta l'Europa. E proprio nei giorni scorsi, la cittą piemontese ha avuto la visita di un ospite d’eccezione: l'ex presidente sovietico Mikail Gorbaciov che ha visitato la galleria Datrino e la pinacoteca comunale ora dedicata alla compianta moglie Raissa. L'autorevole ospite, accolto dai rappresentanti istituzionali e dai cittadini, ha inaugurato anche l'ultima opera del maestro Nando Elmo.

Ne “I dialoghi di Leucņ”  dell’acquaformositano Elmo, realizzato con colori acrilici, si evidenziano i fasti dei mitici simposi che richiamano l'antico e acceso amore verso la sua terra, la Calabria e l’Arbėria in particolare con i suoi luoghi carichi di colori e di storia  magno-greca.

Un dipinto di simile ispirazione e fattura  dedicato al sissizio (pasto comune), istituito in Calabria dal mitico Italo che convertģ i pastori enotri negli itali agricoltori, datato 2001, si trova su una parete del nuovo rifugio montano di Piano di Campolongo di Lungro,  nel cuore del Parco Nazionale del Pollino.

Nando Elmo, nato ad Acquaformosa, da trent’anni residente a Rivarolo Canavese dove ha svolto l'attivitą di docente di lettere, č un artista affermato in quella parte del Piemonte. Esperto in semiologia e linguistica generale, autore di pregevoli saggi sulla lingua e sulla cultura arbėreshe, pubblicati in numerose riviste, attualmente si interessa di filosofia e, in particolare, del mondo bizantino.

Nando Elmo, intellettuale arbėresh "esiliato", per il suo pensiero brillante, incisivo, critico e schietto rappresenta un punto di riferimento del mondo arbėresh  perché, nonostante al sua lontananza, ha rivolto e continua a rivolgere grande attenzione al destino della sua terra natia e con le sue opere continua a promuoverne le nobili origini e il suo secolare retaggio culturale.

NICOLA BAVASSO

priru / torna