Mirė se erdhe...Benvenuto...
ARBITALIA 
Shtėpia e Arbėreshėve tė Italisė
La Casa degli Albanesi d' Italia  

ARBITALIA news

 

CERIMONIA COMMEMORATIVA DEDICATA ALLE VITTIME DI NASSIRYA

Con una composta e partecipata cerimonia, anche questo centro si č stretto idealmente attorno alle diciannove vittime dell’attentato kamikaze in Iraq, per tributare l’estremo saluto, carico di forte e  sincera commozione.

La manifestazione, organizzata dalla Associazione Nazionale Carabinieri, sezione di S. Demetrio Corone, č stata seguita da  tanta gente comune, dagli scolari della scuola materna ed elementare accompagnati dalle maestre e dalla dirigente Celestina D’Alessandro, con tanto di  tricolore listato a nero,  dai frequentanti del Liceo ginnasio assieme ai loro docenti e dai vigili urbani. Molti i volti tirati, anche tra gli studenti.

 Un composto e silenzioso corteo, con in testa i rappresentanti dell’Associazione, partito dalla chiesa di Sant’Adriano e sfilato per via Dante (lungo il percorso le serrande dei negozi sono state tenute abbassate) , č giunto in piazza Monumento, dove ai piedi dell’altare dedicato ai caduti della Grande Guerra č stata depositata una corona di fiori al suono delle suggestive note del “silenzio” eseguite dal trombettista della banda musicale di Santa Sofia d’Epiro.

 Toccante l’omelia tenuta dal parroco, papąs Andrea Quartarolo, al termine della funzione religiosa celebrata in memoria delle vittime di Nassirya. Anche la Amministrazione comunale, intervenuta con il primo cittadino, sen. Cesare Marini, ha partecipato al lutto che ha colpito tutta l’Italia.

 Il maresciallo Salvatore Spinelli, responsabile della locale caserma dei carabinieri, visibilmente commosso dall’enorme sensibilitą e dal profondo rispetto della gente, ha ringraziato a nome della Benemerita quanti sono intervenuti alla cerimonia per onorare  “gli eroi della Pace” caduti in Iraq.

Adriano Mazziotti

priru / torna