Mirë se erdhe...Benvenuto...
ARBITALIA 
Shtëpia e Arbëreshëve të Italisë
La Casa degli Albanesi d' Italia  

ARBITALIA news

 

SEMINARIO INTERNAZIONALE SUL TEMA “IL RINASCIMENTO NEL SUD-EST EUROPEO”

Si è concluso con la tappa a S. Demetrio Corone e  la visita nella frazione Macchia Albanese

 il seminario internazionale sul tema “ Il Rinascimento nel sud-est europeo”.

Organizzato  dalla Amministrazione comunale di Cerzeto, in collaborazione con il Dipartimento di linguistica, sezione albanologia e il Dipartimento di storia dell’Unical,  con l’Association international des études du sud-est européen, con il patrocinio del Comitato  italiano dell’Unesco con sede a Venezia e la partecipazione dei Comuni di Rende, Guardia Piemontese e S. Demetrio Corone, il seminario si è tenuto in tre diversi giorni in questi  centri.

Protagonisti degli incontri di grande spessore culturale molte personalità del mondo accademico europeo, provenienti da università italiane, francesi, bulgare e rumene.

La giornata conclusiva, prima della visita a San Demetrio Corone, è stata aperta  da una serie di relazioni tenute nella sala consiliare del Comune di Cerzeto, dove il prof. Alberto Bisciani ha  tracciato un quadro sulla “stampa romena nella prima metà dell ‘Ottocento”, il prof. Francesco Guida ha relazionato sul  “Risorgimento italiano e il Rinascimento balcanico”, mentre il prof. Franco Altimari si è soffermato sulla “Rilindja” (rinascita) albanese e la Calabria nella prima metà del secolo XIX”.

Nei giorni precedenti, sempre su argomenti inerenti al “Rinascimento del sud-est dell’Europa”, hanno relazionato i proff. André Guillou, Filippo Bulgarella, Bosco Bojovic, Francesca De Miceli, Jorgo Bulo, Dan Horia Mazilu, Hélène Atoniadis-Bibicou, Razvan Theodorescu, Snezhana Dimitrovsa,Rodica Zafiu, Antonina Kuzmanova, Nadia Da Nova e Francisco Veiga.

A San Demetrio Corone, ultima tappa del convegno, a fare gli onori di casa vi era il consigliere comunale Gennaro De Cicco, che  ha guidato gli ospiti  nella visita alla  chiesa normanno-bizantina di Sant’Adriano e al Collegio italo-albanese, i due punti di riferimento artistico-culturale di questo centro. Da qui il gruppo di studiosi  si è recato a Macchia Albanese per rendere omaggio a Girolamo De Rada, visitando la sua casa natale e la chiesa matrice,  dove riposano le spoglie del poeta. La breve sosta a Macchia è stata occasionata dalla ricorrenza del  primo centenario della morte di De Rada.

Adriano Mazziotti

priru / torna