Mirë se erdhe...Benvenuto...
ARBITALIA 
Shtëpia e Arbëreshëve të Italisë
La Casa degli Albanesi d' Italia  
 
 

UNA CONVENTION DI SINDACI ED AMMINISTRATORI A SAN COSMO ALBANESE

Appuntamento con la Festa dei lavoratori nel paesino arbëresh, dove  in occasione del I maggio si è tenuta la  tradizionale convention di sindaci del comprensorio, quest’anno alla sua terza edizione.

Il primo cittadino, Antonio Mondera, nel porgere il saluto della Amministrazione comunale, ha brevemente ricordato i motivi che hanno ispirato la manifestazione: non una semplice ricorrenza ma un impegno concreto per affrontare le problematiche del lavoro e cercare insieme prospettive reali e anche possibili soluzioni alle stesse.

“Questa iniziativa assume un significato particolare perchè promossa da un piccolo Comune dell’area collinare, che ha subìto una forte contrazione della popolazione residente proprio per la cronica mancanza di lavoro stabile – ha spiegato Mondera – Speriamo che al più presto i concittadini possano tornare a vivere e lavorare nella  nostra comunità e contribuirne allo sviluppo”

Il sindaco di S.Cosmo Albanese ha poi rivolto l’attenzione alle potenzialità, alle  risorse e sugli insediamenti produttivi della Sibaritide, ma anche sulla crisi congiunturale  che attanaglia alcune realtà del comprensorio, come l’Mdc di Cammarata e la centrale Enel di Rossano.

L’augurio del capo dell’esecutivo comunale sancosmetano è che dal Governo centrale partano azioni concrete in direzione di rapide e adeguate soluzioni, e che la Regione, oltre a dare quanto prima  piena attuazione al Piano operativo, approvi anche il Pit (piano integrato territoriale) n° 4 dell’Alto jonio cosentino, esempio di programmazione e di concertazione delle amministrazioni comunali con le realtà imprenditoriali locali.

Con brevi interventi, hanno dato il contributo alla manifestazione   il  sindaco di S. Demetrio Corone, Cesare Marini, e di Tarsia, Francesco Panebianco; gli assessori dei comuni di Bisignano, Roberto Cairo, e di Corigliano, Elio Ferraro. Sono intervenuti anche  l’assessore provinciale Luciano Manfrinato, Parise Camodeca, dirigente della Unione agricoltori di Cosenza e Benedetto Di Iacovo, segretario generale della Uil. A testimoniare la presenza dei giovani del posto, un breve saluto è stato porto dal sindaco del consiglio comunale dei giovani, Lina Spezzano.

Adriano Mazziotti

priru / torna