Mirë se erdhe...Benvenuto...
ARBITALIA 
Shtëpia e Arbëreshëve të Italisë
La Casa degli Albanesi d' Italia  

 

ASSEGNAZIONE DEI PREMI SAN DEMETRIO E ARBERIA

 

L’ amministrazione comunale si ricorda dei sandemetresi che, lontano dal paese natio,       

hanno tenuto alto il nome della comunità facendo carriera a qualsiasi titolo, pubblico o privato, nelle arti e nelle professioni, con  lavori e opere connesse alla letteratura, alle arti, all’architettura, al teatro.  Ne è grata, istituisce il “Premio S. Demetrio” e conferisce loro attestati di riconoscimento formale.

Il giorno della premiazione è coinciso con l’incontro di apertura della terza edizione della Biennale di arte e poesia “Magna Grecia”, organizzata  nel chiostro del Collegio Italo-Albanese qualche giorno fa.

E’ stato il primo cittadino, Cesare Marini, a rendere noto i tre nominativi e a motivare la scelta dei premiati, individuati da una commissione consiliare composta dal capo dell’esecutivo e da sei consiglieri, quattro di maggioranza e due dell’opposizione.

Il  “Premio S. Demetrio” è stato conferito a Giuseppe Gradilone (1925),  “Professore emerito dell’Università La Sapienza di Roma, studioso di lingua e letteratura albanese,  cultore di letteratura contemporanea, autore di fondamentali pubblicazioni sulla poesia deradiana, sul Serembe, Santori e sui maggiori autori albanesi”.

Al  maestro  Franco Azzinari  (1949),  “Pittore di fama, interprete dei luoghi dell’infanzia attraverso l’uso esemplare dei colori, capace di cogliere la profonda umanità dell’uomo vissuto”. Il terzo riconoscimento è andato al  geometra Carlo Curcio  (1939),  “Costretto a lasciare i luoghi delle origini alla ricerca di una vita dignitosa, con il lavoro, l’inventiva e  la serietà ha meritato il generale apprezzamento per l’impegno di imprenditore, libero professionista e di amministratore pubblico”.

A seguire il premio “Arbëria”. Un’altra iniziativa dell’amministrazione Marini  riservata a una figura di spicco nel contesto  delle comunità del mondo arbëresh. Il conferimento del premio è andato al dottor  Vincenzo Busa  (1951) di S. Cosmo Albanese, direttore centrale del Ministero delle Finanze, già  dirigente dell’Ufficio delle imposte di Rossano, “Tecnico di valore, di lunga esperienza maturata quale membro del Secit e per avere diretto l’ Agenzia regionale delle entrate del Lazio”.

Adriano Mazziotti

priru / torna