Mirė se erdhe...Benvenuto...
ARBITALIA 
Shtėpia e Arbėreshėve tė Italisė
La Casa degli Albanesi d' Italia  

 

IL PRESEPE DI MACCHIA ALBANESE

Pochi soldi e pochi mezzi, ma  tanta passione e altrettanta volontą di dare il  tocco giusto per far rivivere la magia della festa pił bella dell’anno in sintonia con la tradizione.

Sono questi gli ingredienti del presepe allestito nella chiesa matrice di Macchia Albanese; un bel regalo al sacro edificio dedicato alla Madonna di Costantinopoli, protettrice della pił popolosa frazione di S. Demetrio Corone, a tre mesi dalla sua riapertura al culto. La chiesa, infatti,  č stata restituita alla comunitą parrocchiale lo scorso ottobre, dopo otto anni di lavori eseguiti per il recupero statico  reso necessario  a seguito dei danni provocati dalla scossa tellurica nel 1996.

Un presepe semplice e artigianale, quello ideato e realizzato dal fantasioso Mario Capalbo (nella foto), coadiuvato da Franco Capizzano nell’impianto elettrico e da Costantino Marchianņ, con il concorso dei componenti del comitato parrocchiale. Una riproduzione della Nativitą con qualche suggestivo tocco di originalitą. Come la neve ottenuta da palline di polistirolo fatta scendere  con un ingegnoso sistema di corrente d’aria, o il fumo prodotto da uno speciale olio riscaldato da una piccola resistenza ricavata da un elettrodomestico, e altri ingegnosi microcongegni.

Adriano Mazziotti

priru / torna