Mirė se erdhe...Benvenuto...
ARBITALIA 
Shtėpia e Arbėreshėve tė Italisė
La Casa degli Albanesi d' Italia  
 

RIUNIONE DEL DIRETTIVO DEL CLUB DEI GIORNALISTI ARBERESHE

La  preparazione di un seminario regionale con il coinvolgimento della sede Rai Calabria, del Corecom (Comitato regionale per le comunicazioni) unitamente alla Regione  e la programmazione di trasmissioni radiotelevisive nelle lingue minoritarie hanno tenuto banco nella riunione del direttivo del Club dei giornalisti arbereshe tenutasi nella sala consiliare del Comune.

In merito al primo argomento č emersa la volontą  degli operatori della informazione impegnati nelle comunitą albanesi di organizzare in autunno un  incontro con l’assessore provinciale alle minoranze linguistiche, di concerto con l’Unical (cattedre di albanologia e Scienza della comunicazione), il Coremil, gli istituti regionali delle culture minoritarie, con la  stampa e le emittenti private per predisporre un tavolo di lavoro ai fini della piena  attuazione degli art.17 (stampa, editoria, radio, televisioni) e 18 (programmazione televisiva) della legge regionale  n° 15/2003.

Riguardo alla messa in onda di trasmissioni radiotelevisive nelle lingue sottoposte a tutela, nel ribadire il diritto a  tale servizio il direttivo dei  giornalisti arbereshe ha deplorato la loro mancata  programmazione  da parte dell’Ente televisivo pubblico, come prevedono pure  l’art. 12 della legge 482/99 e 11 della Carta europea, e sollecitato la loro piena e puntuale applicazione da parte del Ministero delle Comunicazioni e della Rai nel nuovo Contratto di servizio, lo strumento che disciplina i contenuti della missione di servizio pubblico Rai e fissa i suoi diritti e doveri, scaduto a gennaio dell’anno in corso.

Il gruppo di giornalisti presenti ha anche espresso soddisfazione per l’azione svolta dal presidente del Confemili (Comitato nazionale federativo minoranze linguistiche d’Italia), prof. Domenico Morelli, che in un recente incontro con il ministro delle Comunicazioni Paolo Gentiloni ha illustrato il quadro normativo in materia di tutela e di valorizzazione delle parlate minoritarie  e ricordato il dovere da parte della Rai di mandare in onda a livello nazionale  trasmissioni nella lingua delle minoranze etniche, in collaborazione con regioni, province e comuni.

Il direttivo del Club ha, inoltre, auspicato che il Confemili coinvolga nella sua azione anche l’Associazione di giornalisti italo-albanesi, unico sodalizio che raccoglie operatori della informazione impegnati in Arberia.

Il presidente Francesco Baffa e il suo vice Alfredo Frega si  attiveranno quanto prima per  incontrare di nuovo il presidente del Corecom Umberto Giordano, al fine di sollecitare un suo intervento in favore della attuazione della legge regionale sulle trasmissioni radiotelevisive riguardanti le minoranze linguistiche presenti in Calabria.

Adriano Mazziotti

priru / torna