ARBITALIA 
Shtėpia e Arbėreshėvet tė Italisė
La Casa degli Albanesi d' Italia  
 
Lajme ka Shėn Mitri / Notizie da San Demetrio Corone
 

SAN  DEMETRIO  CORONE - QUINTA EDIZIONE DEI PREMI “SAN DEMETRIO” E “ARBERIA

Quinta edizione dei premi “San Demetrio” e “Arberia”, le  due iniziative curate dalla Amministrazione comunale per conferire attestati di riconoscimento ai sandemetresi distintisi per intraprendenza e professionalitą tenendo alto il nome della comunitą e facendo carriera a qualsiasi titolo, pubblico o privato, e alle figure di spicco nate nei centri  italo-albanesi.

Le due cerimonie si sono tenute domenica pomeriggio nella sala conferenze del Collegio italo-albanese di Sant’Adriano, a presentarle il sindaco Sposato e  l’onorevole Marini.

Una apposita commissione ha assegnato il “Premio San Demetrio” a Renato Guzzardi, 65 anni, docente di analisi matematica nella facoltą di Scienze dell’Unical, accreditato presso il Ministero della salute per la formazione e il rilascio dei crediti formativi di tutto il personale sanitario. “Intellettuale vivace ed estroso, fedele amico del paese natale, con generositą e disinteresse si č sempre distinto per l’ideazione e l’organizzazione di iniziative culturali d’avanguardia che hanno stimolato gli interessi dei giovani sandemetresi di tante generazioni. - recita la motivazione - Uomo sensibile, capace di accomunare passione e ingegno, proietta con intelligenza la nostra comunitą verso le sfere astratte dei pensieri nobili, suscitando uno straordinario e partecipato interesse libero da ogni pregiudizio”.

Per la prima volta il “Premio Arberia” č andato a un uomo di chiesa,  il monsignore Eleuterio Fortino, 71 anni, di San Benedetto Ullano, archimandrita dell’Eparchia di Lungro, sottosegretario di dicastero vaticano per l’unitą dei cristiani, segretario della commissione mista internazionale per il dialogo teologico fra la chiesa cattolica e tutte le chiese ortodosse, insignito del premio “la Rosa d’argento”.

All’impegno ecumenico in Vaticano, ha unito un vivo e sensibile interesse verso il mondo italo-albanese -  riporta la motivazione di assegnazione - e con passione ha promosso e partecipato ad importanti iniziative culturali a difesa della tradizione bizantina e della cultura arbėreshe.La sua figura rappresenta in Vaticano il riferimento pił autorevole degli Arbėreshė, orgogliosi del suo indiscusso prestigio”. Ai premiati sono stati consegnati due bassorilievi in argento platinato realizzati dallo scultore Carmine Cianci.

                                                                                  Adriano Mazziotti 

priru / torna