ARBITALIA 
Shtėpia e Arbėreshėvet tė Italisė
La Casa degli Albanesi d' Italia  
 
Lajme ka Shėn Mitri / Notizie da San Demetrio Corone
 

IL VESCOVO - L'EREDITA' DI SANT'ADRIANO

UN FILM SULLE ULTIME VICENDE DELLA VITA DI MONS. FRANCESCO BUGLIARI (1742-1806)

E’ stato il pił bel regalo di Natale quello offerto dal professore Giovanni Serra alla comunitą. Il pił gradito da tantissime persone che hanno avuto modo di assistere alla proiezione del film “Il Vescovo (l’ereditą di Sant’Adriano)”, una cronaca degli ultimi anni di vita di monsignore Francesco Bugliari (1742-1806), presidente del collegio di Sant’Adriano.

Ben sei le proiezioni, ognuna delle quali ha registrato il pienone nella ex sala refettorio del Collegio, rimessa a nuovo da qualche mese.

Il film - girato a San Demetrio tra il 1980 e il 1984 con attori locali  e proiettato per la prima volta ventiquattro anni or sono in super 8 -  l’estate scorsa č stato restaurato, riversato e montato in digitale a seguito di un paziente e appassionato intervento eseguito da Giovanni Serra, Renato Guzzardi (registi e produttori) e Demetrio Loricchio, che ha curato il montaggio e la rielaborazione digitale. E’ venuto fuori un buon lavoro, reso ancora pił singolare  con la felice intuizione dei suoi ideatori di fare partire la riedizione del film dalla vicenda del vescovo Bugliari narrata da uno dei protagonisti dei fatti, durante l’Unitą d’Italia, ossia cinquant’anni dopo l’uccisione del monsignore.

Molti i giovani  presenti alle sei proiezioni, tutti fortemente interessati a conoscere             

personaggi ed episodi della storia locale sconosciuti ai pił.

Monsignore Francesco Bugliari, nato a Santa Sofia d’Epiro, fu il  quarto vescovo presidente del Collegio Corsini in San Benedetto Ullano. Per suo interessamento, nel 1794, l’Istituto religioso fu trasferito nella badia di Sant’Adriano, a S. Demetrio Corone, per farlo sopradotare del ricco patrimonio fondiario del feudo ecclesiastico. Il trasferimento non tornņ gradito agli ullanesi, che meditarono di vendicarsi, né piacque ai Lopes, potente famiglia sandemetrese, che avevano usurpato le terre del Collegio. Nel 1806 il vescovo, rifugiatosi a Santa Sofia, fu finito a pugnalate dai sicari dei Lopes.

Adriano Mazziotti

priru / torna