ARBITALIA 
Shtėpia e Arbėreshėvet tė Italisė
La Casa degli Albanesi d' Italia  
 
Lajme ka Shėn Mitri / Notizie da San Demetrio Corone
 

S. DEMETRIO CORONE

 

L'AMAREZZA DEL LICEO GINNASIO

C'era anche l'antico Liceo Ginnasio di questo centro nell'elenco delle 40 scuole superiori che, secondo le indicazioni contenute nella Riforma Gelmini degli Istituti superiori, dal prossimo anno scolastico 2010/2011 avrebbero annoverato al loro interno la novitą pił vantata della Riforma scolastica varata dal Ministero della P.I.: l'apertura di una sezione del Liceo Coreutico-Musicale e una del Liceo Classico Europeo.

Tra le novitą in assoluto della Riforma, annunciata dal Ministero della P.I. e  approvata dal Consiglio dei ministri nel giugno 2009, l'istituzione delle due nuove tipologie di Licei era stata  accolta con giustificato entusiasmo a S. Demetrio Corone.

Essere inserito in un elenco di Istituti superiori presenti in massima parte al Nord e comunque solo in grossi centri, infatti, č stato motivo di ovvia soddisfazione, e ha alimentato tante aspettative nelle famiglie sandemetresi e di molti centri del comprensorio in merito alle  prospettive scolastiche dei loro  figli.

Lo scorso mese di marzo,invece, arriva l'amara sorpresa. Da viale Trastevere fanno marcia indietro e annunciano  che i licei a indirizzo musicale e coreutico dal prossimo settembre saranno solo 28. La decisione del responsabile della P.I. viene giustificata con il piano programmatico dei tagli predisposti dal Governo nella rete scolastica.     Il Liceo Ginnasio del posto rimane fuori. Una delusione enorme. Resa ancora pił  cocente dal mancato riconoscimento anche dell'indirizzo  Europeo.

Il Consiglio di Istituto della Scuola, a maggio dello scorso anno, aveva deliberato la istituzione delle due tipologie autonome e distinte all'interno dell'indirizzo classico, appunto il Coreutico Musicale e l'Europeo. Due lungimiranti novitą proposte per ampliare l'offerta formativa del Liceo Ginnasio tradizionale. I tre nuovi indirizzi   sarebbero partiti dal prossimo anno scolastico 2010/2011, per entrare a regime nel 2013, come in tutta Italia.

A rendere pił amara l'esclusione dei due indirizzi rimane l' apertura di un laboratorio musicale allestito, sulla base di un altro progetto, da qualche mese con fondi della Unione europea su  interessamento del direttore dei servizi amministrativi Marcello Manna; che ha curato con molta solerzia e competenza tutto l'iter burocratico previsto per l'approvazione della domanda di istituzione delle due nuove tipologie di studi. Non meno amara č la constatazione di non potere pił utilizzare le brochure e i manifesti fatti stampare dalla Scuola, in occasione delle nuove iscrizioni, per pubblicizzare  i  nuovi indirizzi scolastici, purtroppo mai avviati.

 

Adriano Mazziotti

da “Il Quotidiano della  Calabria”

sabato 17 aprile 

priru / torna