ARBITALIA 
Shtėpia e Arbėreshėvet tė Italisė
La Casa degli Albanesi d' Italia  
 
Lajme ka Shėn Mitri / Notizie da San Demetrio Corone
 

MOSTRA FOTOGRAFICA SULLA CINA REALIZZATA DA LUCA GUZZARDI

Una mostra fotografica sulla Cina classica e quella di oggi, dal titolo “Ladri di biciclette”. A proporla č stata l'Associazione culturale “la Bottega delle Emozioni”, sorta qualche mese fa a S. Demetrio Corone e partita con una serie di iniziative davvero originali. Tra queste, il concorso “Arberia film festival” in programma ad  agosto.

La mostra nasce da una idea di Luca Guzzardi da Cosenza e consiste nella esposizione di diverse immagini che documentano il dualismo tra la Cina di oggi e la Cina classica. Il tutto attraverso una accorta sequenza  di foto ben legate tra loro che aiutano il visitatore a “leggere” in modo agevole il cambiamento di quel Paese e dei suoi abitanti, e anche a costruirsi una valutazione personale.

“Non ho visto  biciclette in Cina. Certo non l'ho vista tutta, ma mi sono fatto l'idea che qualcuno, le biciclette, nelle cittą, le abbia rubate tutte - Ci dice il giovane  Guzzardi, professore di matematica con una borsa post dottorato all'Unical, spiegando il titolo della mostra - Per la prima volta nella mia vita, la globalizzazione mi appare un fatto piuttosto che un concetto. E' devastante. Non č neppure un fatto occasionale: vedo piazza Tienammen e scopro che l'immensitą di quello spazio non c'č pił. Un edificio piuttosto recente č proprio lģ in mezzo a romperne le dimensioni.
A pensarci bene non č poi cosģ strano che sia accaduto: per noi occidentali il tempio del Cielo e la Cittą Proibita forse hanno meno potere evocativo, ma questi, pił delle biciclette o di una spianata di cemento, rappresentano la storia dell'Impero di Mezzo. Qualcosa della nostra Cina Immaginaria ancora rimane: le arti marziali, per i pił mattinieri le lezioni in piazza di Thai Chi."

Adriano Mazziotti

priru / torna